Ispiriamo i nuovi leader

A furia di rincorrere lo spread del mezzogiorno di fuoco, il target della Lombardia che però vale per tutto il Paese, lo share del presidio mediatico e la tirannia della scienza statistica, abbiamo assunto tempi e modi da attimo fuggente. Prendiamo tutto quello e quanto si può nel più breve tempo possibile: voti, poltrone, soldi, potere, sesso. E la saggia divaricazione tattica – strategia svanisce nel nulla. Continuiamo a rincorrerci senza capire più chi è leone e chi è gazzella. E chi mai potrà stabilirlo con il senno del poi?

E invece abbiamo biosgno di dare il tempo al tempo. Intanto che rotoliamo giù, che l’abbrivio scandisce la monotonia del sistema, perché non gettiamo le basi del senso che sarà. Perché non lavorare sul vivaio?

Abbiamo provato – ottenendo consensi – a entrare nelle classi di alcune scuole superiori. Per investire sui leader di domani visto che c’è gran confunsione su quelli di oggi.

Dall’Istituto Aosta de L’Aquila ci siamo collegati con Gemona, Mirandola, Vimercate, Monza, Cosenza, Agrigento. E abbiamo lanciato la prima puntata di Vitadigitale (magazine in streaming video) che gira sul social network www.nuvolaverde.org. Con questa iniziativa entriamo in classe a contatto con gli studenti e i professori. Una sorta di ora digitale.

Perché Il punto non è solo dare banda e tecnologia alle scuole. Ma raccontare quello che con la tecnologia si può fare. Vitadigitale entra in classe per condividere con i ragazzi (e con i professori) in maniera brillante e intrigante le storie delle città del nuovo mondo e spingerli a incontrarsi e condividere progetti, esperienze, realizzazioni on line attraverso www.nuvolaverde.org.

Stanno cambiando stili di vita e di consumo, sta cambiando il lavoro. Ma soprattutto stiamo cambiando il modo di rapportarci con il territorio.

La digitalizzazione e la sostenibilità vanno di pari passo.

ultima modifica: 2013-02-16T06:18:35+00:00 da Enzo Argante