“Sopravvivere al collasso economico”, il libro di San Giorgio arriva in Italia

“Sopravvivere al collasso economico”, il libro di San Giorgio arriva in Italia

Arriva in Italia “Sopravvivere al collasso economico“, il best seller internazionale di Piero San Giorgio edito da Morphema sull’attuale crisi economica e sugli strumenti per tutelarsi. E il tour di presentazione partirà dal centro storico di Roma: lunedi 16 Febbraio alle ore 18 presso la Libreria Arion Monti, in via Cavour, in anteprima nazionale.

SUCCESSO INTERNAZIONALE

Cinquanta mila copie vendute negli Usa, 30 mila vendute in Francia ed oltre 20 mila nel resto del mondo, tradotto in varie lingue, è già un successo editoriale il testo scritto San Giorgio, ex top manager italo-svizzero che ha completamente riposizionato la sua vita per tutelarsi dalle difficoltà dell’attuale situazione economica. Classe 1971, l’autore è stato per oltre vent’anni uno specialista di marketing delle nuove tecnologie nei mercati emergenti dell’Europa, Medio Oriente ed Africa. Nel 2005, prende coscienza dello stato reale della situazione economica internazionale e da quel momento si prepara al collasso dell’economia mondiale, studiando ed implementando varie tecniche di sopravvivenza.

UNO SGUARDO SUL LIBRO

Divenuto un vero “prepper” (termine derivante dall’inglese “to prepare” ossia colui che si prepara a fronteggiare un evento traumatico), con il suo libro San Giorgio fornisce un vero e proprio vademecum per creare una bolla di sopravvivenza nella difficile congiuntura economica del nostro tempo. Nel libro l’autore analizza la società attuale, con particolare riferimento ai problemi legati allo sviluppo economico e alla sovrappopolazione. Nella prima parte vengono messe in evidenza alcune questioni fondamentali legate alla società industrial-tecnocratica, come l’eccessivo uso delle risorse naturali, prima fra tutte il petrolio, e il loro inevitabile esaurimento, i problemi ecologici dovuti all’uso eccessivo delle terre e delle acque e ai cambiamenti climatici e infine, la conseguente crisi del sistema finanziario. La seconda parte è dedicata a quello che viene definito il “collasso” vero e proprio con tutte le possibili crisi derivanti da esso. Come sarà il mondo di domani, come si deve reagire al collasso economico, esiste un modo per sopravvivere e una possibilità di riscatto, sono queste le domande alle quali San Giorgio vuole dare una risposta, indicando una serie di elementi in grado di rendere l’uomo capace di costruire quella che viene definita la “base autonoma durevole” attraverso la quale sarà possibile trovare soluzioni concrete per il bene comune.

LE PAROLE DI SAN GIORGIO

Per lo stesso San Giorgio, il libro “deriva dalla consapevolezza che siamo alla fine di un ciclo economico, quello delle risorse illimitate. E’ indispensabile imparare ad essere il più indipendenti possibile dal sistema: torniamo a sfruttare le risorse in modo naturale così da essere indipendenti dal mercato. Un filosofia di vita “slow” che parte dall’individuo e poi diventa generale. Dal mio canto, ho venduto tutto e vivo in una fattoria in Svizzera, coltivo l’orto che mi dà il 40% del mio fabbisogno (ma raggiungerò il 100%); per l’energia ho legna e pannelli solari. Quando parlo con le persone – conclude l’autore – non solo quelle in periferia, gli invisibili ma ancor più con imprenditori e i liberi professionisti – capisco che il collasso sta già partendo. Comunque, anche se mi sbagliassi (e io lo spero!), in futuro sarà indispensabile spendere di meno e consumare meglio le poche risorse rimaste: è opportuno iniziare a posizionarsi su nuovi e diversi standard”.

ultima modifica: 2015-02-06T11:10:58+00:00 da Gianfranco Ferroni

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: