“Amore pensaci tu”, la raccolta differenziata approda nella fiction tv

“Amore pensaci tu”, la raccolta differenziata approda nella fiction tv

Non solo “product placement”. O meglio, al di là del posizionamento del prodotto all’interno di un programma. Questa la filosofia che ha portato la collaborazione tra Mediaset e Corepla, Comieco e Cial che grazie a una nuova fiction spiegano in maniera semplice come rispettare l’ambiente, tutti i giorni.

Quattro famiglie non convenzionali, moderne e accomunate da un’anima “green”, impegnate nella loro quotidianità e riprese all’interno delle loro case, sono le protagoniste della nuova serie tv “Amore pensaci tu”, che debutterà a febbraio in prima visione assoluta su Canale 5.

I tre Consorzi Nazionali per il Riciclo di Plastica (Corepla), Carta e Cartone (Comieco) e Alluminio (Cial), attraverso l’intrattenimento televisivo, saranno di ausilio per mettere in luce il valore dell’attenzione all’ambiente e del senso civico, andando a sottolineare l’importanza di una delle pratiche quotidiane più diffuse come la raccolta differenziata. Una consuetudine ormai che ha preso piede in moltissime case italiane, ma che ancora genera dubbi su come predisporla al meglio. Non è difficile che si possa generare confusione sul corretto smaltimento di bottiglie, flaconi di plastica, carta oppure lattine di alluminio. Le corrette abitudini incidono positivamente sull’effettivo riciclo finale.

Mediaset, dovendo raccontare la vita quotidiana di 4 famiglie, una delle quali composta da Emilio Solfrizzi (nella foto) e Valentina Carnelutti, ha voluto che questi temi venissero trattati in ogni puntata, sensibilizzando il pubblico sul valore che si nasconde dietro alcuni gesti, semplici ma di grande importanza. Ad esempio nella raccolta differenziata della plastica vanno inserite anche le stoviglie monouso come piatti e bicchieri, lo scontrino fiscale invece va nell’indifferenziato e nel caso dell’alluminio, vanno separati non soltanto le lattine per bevande, ma anche le vaschette, le scatolette e il foglio sottile.

Gli ultimi dati Ipsos disponibili (2015) sul senso civico degli italiani confermano l’importanza di pratiche quotidiane di attenzione all’ambiente come la raccolta differenziata, ritenute positive da 9 italiani su 10 perché capaci di generare vantaggi per l’intera collettività. Una realtà ampiamente dimostrata dai risultati raggiunti nelle raccolte differenziate di plastica, carta e cartone, e alluminio, cresciute in maniera considerevole tanto da rendere il nostro Paese un esempio virtuoso in tutta Europa.

ultima modifica: 2017-01-30T17:20:20+00:00 da Francesca Scaringella

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: