Salvini, Lavrov e le putinate. Cosa dice la Farnesina?

Salvini, Lavrov e le putinate. Cosa dice la Farnesina?

“Sto organizzando una serie di incontri ai massimi livelli in Libia. E ho chiesto agli amici della Federazione Russa di darmi una mano per questo obiettivo. Lavrov ha chiarissima la situazione e su questo è stata concentrata la maggior parte del nostro colloquio. Io gli ho rappresentato quelle che sono, per noi, le priorità. Anche sotto il profilo energetico”.

Chi parla? Il ministro italiano degli Esteri? L’ambasciatore italiano in Russia? Un esponente del governo Gentiloni dopo un incontro con il ministro russo degli Esteri? No, a pronunciare quelle frasi è stato oggi Matteo Salvini, leader della Lega, in un’intervista al Corriere della Sera.

Dunque Salvini si erge a rappresentante dell’Italia (o della Padania?) in Russia? E l’ambasciata italiana a Mosca lo sa? E cosa fa? Dice nulla?

Peraltro, tra carinerie e putinate, Salvini con il ministro russo ha sputacchiato un po’ su alcune democrazie ed elogiando regimi non troppo democratici: “Ho rappresentato a Lavrov le incursioni della magistratura sulla campagna elettorale francese, la violenza della campagna elettorale olandese in cui Geert Wilders non ha potuto fare incontri pubblici per una settimana per il rischio di attentati. In Italia la magistratura fa la legge elettorale, sancisce le unioni gay… Dei limiti in tutti i sistemi ci sono, la libertà di stampa è importante, per carità. Ma se le lezioni arrivano dall’Italia, dalla Francia o da Bruxelles”.

Alla Farnesina che cosa si pensa? E Salvini è un rappresentante dell’Italia in Russia o un rappresentante della Russia in Italia?

ultima modifica: 2017-03-08T12:38:15+00:00 da Michele Arnese

 

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

1 Commento su “Salvini, Lavrov e le putinate. Cosa dice la Farnesina?

  1. Salvini, fa il Salvini. E chi invece dovrebbe fare le cose che lui fa, se ne va il Libia a prendere accordi che non servono a nulla, tanto per prendere in giro innanzitutto il popolo italiano. Ma tanto oramai e’ risaputo che sono le nostre navi che fanno su e giù in Libia a prelevare individui che altri non saranno che clandestini. Clandestini che faranno intascare denaro alle varie organizzazione finto umanitarie. Ovviamente a discapito degli italiani. Quindi? Lasciate stare il Salvini e pensate a rompere le scatole a chi dovrebbe fare e NON FA!

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>