Di cosa si parlerà al Forum della Comunicazione e dell’innovazione digitale 2017

Di cosa si parlerà al Forum della Comunicazione e dell’innovazione digitale 2017

Il Forum della Comunicazione e dell’innovazione digitale giunge quest’anno alla sua decima edizione dal titolo “Welcome to the creative economy. Connecting Data, People, Things: come accompagnare la trasformazione digitale, economica, culturale e sociale del Paese”.

IL FORUM

Organizzato da Comunicazione Italiana, in collaborazione con la Regione Lombardia e Microsoft Italia, il Forum coinvolge ogni anno circa 1.500 partecipanti tra manager, imprenditori, innovatori, rappresentanti istituzionali e opinion leader della comunicazione e dell’innovazione digitale.

LA TRASFORMAZIONE DIGITALE

Il Forum della Comunicazione 2017 aprirà con un dibattito dedicato alla trasformazione digitale in programma per il prossimo 8 giugno a Milano presso il Palazzo Lombardia. Gli interrogativi attorno a cui si svilupperà l’evento sono: cosa aspettarsi dalla trasformazione digitale? Quale impatto ha per le aziende e come queste possono attrezzarsi per fronteggiare i cambiamenti dell’economia digitale?

CHI CI SARÀ

A confrontarsi in un dibattito ci saranno Sandro De Poli, presidente e amministratore delegato GE Italia e Israele, e Luisa Arienti, amministratore delegato SAP Italia, che offriranno il loro punto di vista spiegare come le aziende possono affrontare la trasformazione digitale, trarre il meglio dai cambiamenti in atto e riuscire a coniugare le competenze di oggi con le innovazioni del domani.

LE OPPORTUNITÀ DEL DIGITALE

“La trasformazione digitale è indubbiamente una grande opportunità, che è necessario cogliere se vogliamo che il nostro Paese e le aziende italiane restino competitive. È difficile predire quale impatto avrà sull’occupazione, l’unica certezza è che si lavorerà in sistemi industriali ottimizzati per ottenere massima efficienza e qualità. Le aziende hanno quindi la responsabilità di fornire alle proprie persone le competenze e le conoscenze che permettano loro di operare in questo nuovo contesto digitale. Solo così è possibile migliorare sia la qualità del lavoro che la produttività, ha commentato De Poli.

Per Arienti, “il ritmo della digital transformation sta accelerando, i consumatori digitali stanno imponendo nuovi modelli di relazione e comunicazione con i propri brand. È quindi importante per le aziende riuscire a tenere il passo con le giuste strategie e strumenti innovativi”. 

ultima modifica: 2017-05-27T07:17:41+00:00 da Veronica Sansonetti

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: