Tutti i dettagli sul Forum Public Affairs

Tutti i dettagli sul Forum Public Affairs

Si parlerà di lavoro e innovazione – domani mattina a partire dalle 9, alla Camera dei Deputati – nell’ambito della quinta edizione del Forum Public Affairs organizzato da Comunicazione Italiana (qui il programma completo dell’evento). Un appuntamento divenuto ormai tradizionale nel corso del quale si farà anche il punto della situazione sulle sfide socio-economiche che attendono il prossimo governo. Che, ovviamente, dovrà fare sempre più i conti con la rivoluzione tecnologica in atto la quale sta già producendo e continuerà certamente a generare cambiamenti non irrilevanti nel mondo del lavoro.

L’obiettivo del Forum è favorire e implementare il dialogo tra imprese ed istituzioni nella convinzione che solo con l’ascolto reciproco potranno essere varate e poi attuate politiche in grado di rimettere definitivamente in moto il sistema produttivo italiano in un contesto in rapida e profonda trasformazione.

La mattinata sarà articolata in una serie di panel cui prenderanno parte rappresentanti del mondo della politica, delle istituzioni e delle aziende. Con un focus particolare, ovviamente, su chi svolge l’attività di relazioni istituzionali e di rappresentanza degli interessi presso imprese o agenzie: una funzione che riveste un ruolo fondamentale quando si parla di dialogo tra politica e tessuto produttivo e imprenditoriale.

I lavori saranno introdotti dal presidente e fondatore di Comunicazione Italiana Fabrizio Cataldi, al cui intervento seguirà il keynote speech del vicepresidente della Camera – ed esponente del Partito Democratico – Marina Sereni (nella foto). Quindi, a seguire, si svolgerà il primo dibattito dal titolo “Il futuro del Jobs act nella nuova legislatura”. In questo senso – si afferma nel documento che presenta l’edizione di quest’anno del Forum – che “il tema del lavoro è una delle tematiche più importanti e complesse che il prossimo governo dovrà affrontare. La riforma del “Jobs Act” ha dato vita a un graduale processo di trasformazione e comprensione delle nuove esigenze del mercato lavoro. Obiettivo del governo è monitorare tutti i contenuti utili per valorizzare le risorse e continuare a dar piena realizzazione al processo di modernizzazione del lavoro, alla luce dello stato attuale dell’applicazione normativa. I lavori seguiranno diversi punti quali: #tutele crescenti, #politiche attive, #privacy, #flessibilità, #disciplinalicenziamenti, #demansionamento, #controllo a distanza, #relazioni industriali, #nuova organizzazione del lavoro, #lavoro agile, #robotizzazione del lavoro“.

La seconda tavola rotonda – che si concluderà alle 13:00 – è intitolata “Public Affairs 4.0. Le innovazioni nel comparto delle relazioni istituzionali“. A proposito delle quali si sottolinea come diventino “necessarie per la comprensione delle istanze per la governance politica provenienti dal mondo imprenditoriale e sociale. Cambiato il paradigma di riferimento politico, il mercato, sempre più tecnologico e spendibile via web, richiede interlocutori in grado di intercettare, classificare e veicolare le relative istanze provenienti dalla società per generare corrette strategie politiche volte allo sviluppo sociale ed economico del Paese“.

Infine, sui temi affrontati nel corso della mattinata, si svolgerà un breve dibattito moderato dall’editorialista di Formiche.net Roberto Arditti.

ultima modifica: 2017-10-18T13:00:34+00:00 da Veronica Sansonetti

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: