Doppie liste di genere: così si assicura la vera parità alle donne?

Doppie liste di genere: così si assicura la vera parità alle donne?

La vera parità di genere? Con posti assicurati alle donne per le elezioni grazie a due liste. E’la proposta originale per doppie liste di genere, che modifichi la legge sulla rappresentatività femminile in politica.

L’ha avanzata, in questa campagna elettorale caratterizzata da promesse e iperboli legate a numeri e tagli tout court, Alfredo Borzillo, candidato in Più Europa-Emma Bonino nel collegio Camera di Bari e provincia.

Come applicarla? Con un doppio contenitore in cui siano presenti uomini e donne. E così poi pescare in ciascuna e attingere, dando davvero la garanzia dell’elezione per le donne.

Si tratterebbe di uno strumento semplice ma efficace per garantire la vera rappresentatività femminile, in un momento in cui a fatica le donne stanno tentando di farsi largo nel mare magnum delle quote. Più che quote vengono proposti due elenchi da cui, una volta nota la percentuale di voti, attingere il numero esatto dei candidati e delle candidate.

In questo modo si otterrebbero due vantaggi: si assicurerebbe l’elezione al giusto numero di donne e si eviterebbe l’ipocrisia di dover cercare forzatamente nomi in quota così come si è proceduto sino ad oggi.

La vera emancipazione è frutto di un percorso culturale che va affrontato con serietà e franchezza: e uno strumento scevro da ipocrisie e falso perbenismo potrebbe essere proprio il meccanismo matematico delle due liste.

twitter@FDepalo

ultima modifica: 2018-02-18T20:41:02+00:00 da Francesco De Palo