Fincantieri vince il bando della Marina americana per disegnare le nuove fregate

Fincantieri vince il bando della Marina americana per disegnare le nuove fregate
L’azienda italiana è stata selezionata insieme a quelle statunitensi più importanti. In ballo il nuovo programma del “fast frigate”

C’è anche l’italiana Fincantieri tra le cinque compagnie alle quali la marina americana ha affidato appalti per 15 milioni di dollari per la progettazione del nuovo programma Ffg(X), conosciuto anche come “Fast frigate”. Si tratta della realizzazione di 20 nuove fregate multiruolo. Attraverso il processo di acquisizione del Ffg(X), fanno sapere dalla US Navy, la Marina incentiverà il settore industriale a bilanciare costi e capacità per raggiungere il miglior compromesso possibile, come riporta il sito Defense News.

LA MARINA VUOLE LA PRIMA NAVE GIÀ NEL 2020

Oltre a Fincantieri (che partecipa con la sua Fincantieri Marine Group), sono state scelte dal Pentagono anche Huntington Ingalls, Lockheed Martin, Austal Usa e General Dynamics Bath Iron Works. Alle compagnie selezionate è stato chiesto di proporre i loro progetti completi entro giugno 2019, prima che la marina proceda a una scelta finale. Tutti i contratti, fanno sapere da Washington, contengono un’opzione per far crescere gli appalti fino a 22/23 milioni di dollari. La marina statunitense intende assegnare l’appalto per la costruzione della prima Ffg(X) nel 2020. Secondo il programma di costruzione navale da qui a trent’anni, l’intenzione della marina Usa è quella di comprarne una nel 2020 e una nel 2021, alle quali seguirà un acquisto di due fregate ogni due anni. Il fabbisogno della marina Usa è di 52 piccole navi di superficie, gran parte delle quali saranno navi da combattimento costiero (LCS).

LE VERSIONI PROPOSTE DALLE 5 SOCIETÀ

Fincantieri, da parte sua, proporrà le sue fregate classe Fremm (Fregate Europee Multimissione), il cui sistema di combattimento è gestito dal sistema Cms (Combat Management System) ATHENA-I, sviluppato da Leonardo. Sia Austal sia Lockheed Martin sono invece in competizione per versioni aggiornate delle loro fregate navi da combattimento costiero. Huntington Ingalss offrirà invece una versione evoluta dell’US Coast Guard Security Cutter. Infine, General Dynamics presenterà, nell’ambito di una partnership con il gruppo spagnolo Navantia, la sua fregata F100.

LA PRESENZA DI FINCANTIERI NEGLI USA

La presenza di Fincantieri nel mercato degli Stati Uniti è in crescita ed è stato accompagnato da investimenti e acquisizioni. Di recente, la società italiana, attraverso la Fincantieri Marinette Marine ha partecipato al programma per la flotta LCS affiancando il colosso Usa Lockheed Martin. La Fincantieri Marinette Marine è stata costituita dal gruppo italiano guidato da Giuseppe Bono nel 2008 ed ha acquisito nel tempo anche altri cantieri negli Stati Uniti, nella regione dei grandi laghi per esempio, investendo negli ultimi 5 anni oltre 100 milioni di dollari. Un impegno che trova ora un nuovo riscontro positivo.

ultima modifica: 2018-02-17T10:20:42+00:00 da Stefano Cabras

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: