Benvenuti al Grand Tour del Castello Odescalchi firmato Google Arts

Benvenuti al Grand Tour del Castello Odescalchi firmato Google Arts
Il castello è la prima dimora storica privata ad entrare nella piattaforma di Google che promuove la cultura. Il progetto, durato un anno e mezzo, è stato fortemente voluto da Maria Pace Odescalchi

Lo spettacolo è suggestivo dal vivo, ma stavolta la tecnologia avanzata e la rete sono riusciti a unirsi per far arrivare attraverso uno smartphone o un pc le stesse emozioni di un vero e proprio tour dal vivo.

Ebbene grazie a Google Arts è possibile ripercorrere stanze e cortili di quello che è ancora oggi un vero e proprio gioiello che il mondo ci invidia: il Castello Odescalchi di Bracciano, località vicino la capitale.

La piattaforma di Google Arts & Culture, che ha l’obiettivo di promuovere e preservare la cultura, offre un viaggio virtuale grazie alle immagini del castello. Un vero e proprio Grand Tour dei nostri tempi, come lo ha definito Maria Pace Odescalchi, discendente della famiglia nobile proprietaria del castello, costruito probabilmente da Giovannino de Dolci, celebre per la Cappella Sistina. “Il castello è la prima dimora storica privata entrata nel mondo di Google”, ha sottolineato Giorgia Abeltino, direttrice di Google Arts presentando il progetto nelle sale del Palazzo Odescalchi di Roma. Un lavoro che ha richiesto un impegno di un anno e mezzo tra fotografie autentiche del castello e mappature digitali che grazie a Google Cardboard potrà far entrare il “visitatore” virtualmente nelle stanze, descritte da una voce narrante che spiega la storia di ogni locale.

Il Castello Odescalchi è senz’altro famoso per eventi mondani come matrimoni di celebrità, ma appena costruito era il simbolo della forza della famiglia che lo aveva voluto, ovvero gli Orsini, una delle famiglie che dal tardo medioevo alla fine del XVII secolo, attraverso le sue numerose ramificazioni in tutto il mondo, aveva consolidato la sua potenza, sfoggiata con le mura e le torri imponenti della fortezza.

28 le opere d’arte di pregio che possono essere “visitate”, fotografate con Art Camera, tra cui il ritratto del Principe Baldassarre III Odescalchi firmato da Attilio Simonetti e La Cavalcata di Gentil Virginio Orsini e il suo incontro con Piero de Medici proprio a Bracciano.

Dopo varie disavventure, che costrinsero gli Orsini a vendere, arrivarono gli Odescalchi che aprono oggi virtualmente le porte del castello al mondo, il tutto con immagini vere con una così alta risoluzione da cogliere dei dettagli che a occhio nudo sfuggono e per mantenere la memoria di questo magnifico luogo.

ultima modifica: 2018-04-16T08:40:01+00:00 da Francesca Scaringella

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: