Il Lombardy Energy Cleantech Cluster in prima linea per l’innovazione e il trasferimento tecnologico

«Il nostro primo anno alla guida del Lombardy Energy Cleantech Cluster è stato caratterizzato da un intenso dialogo con i nostri principali stakeholder e partner ed ha portato alla redazione del Piano strategico 2017-20, al riassetto delle aree di competenza al rinnovo del branding, del sito internet e all’intensificazione delle attività a sostegno dell’innovazione. Questo percorso è solo all’inizio, nei prossimi due anni vogliamo mettere a frutto ciò che abbiamo seminato, ma affinché ciò avvenga con successo è importante l’impegno da parte degli associati che devono essere parte attiva del processo di sviluppo.»

Ha iniziato così il suo intervento il presidente del Lombardy Energy Cleantech Cluster Luca Donelli in occasione dell’Assemblea annuale dei Soci svoltasi in settimana a Milano. Il cluster LE2C ha organizzato una giornata interamente dedicata all’innovazione e al trasferimento tecnologico con la presenza del keynote speaker Albrecht Reuter, Managing Director of Fichtner IT Consulting GmbH che ci ha illustrato il “Progetto C/sells” relativo alla trasformazione decentralizzata del sistema energetico tramite Smart Grid. Presentate, poi, le attività di rilievo del Lombardy Energy Cleantech Cluster per il 2018, le future sfide della Circular Economy e delle quattro Aree di Competenza del Cluster.

La mattina è terminata con le testimonianze di cinque associati, imprese che hanno ottenuto premi e finanziamenti per prodotti innovativi in ambito energetico e ambientale. Come ad esempio Aeromeccanica Stranich, che ha vinto un finanziamento europeo all’interno del programma H2020 SME Instrument per la prototipazione del turbofan che permette di risparmiare energia, Glass to Power, che ha presentato una tecnologia di integrazione del fotovoltaico al vetro delle finestre, Marlegno, che si è aggiudicato il primo posto della graduatoria del bando Smart Living di Regione Lombardia con il progetto AdESA (Adeguamento Energetico Sismico Architettonico), Pozzi Leopoldo, che è partner di un progetto H2020 su una tecnologia per il recupero di calore dalle acque reflue, e WISE, una benefit company che con CITHYD (web app che permette di prevenire i rischi idrologici) è stato selezionato tra i 30 progetti innovativi nel concorso internazionale Water First di Seeds&Chips .

Nel pomeriggio si sono tenuti oltre 120 incontri B2B rivolti sia ai Soci di LE2C sia ai soggetti esterni, ed è stato messo a disposizione un Desk per ciascuna Area di Competenza e lo Sportello Europa, che ha offerto assistenza gratuita per l’accesso a bandi europei e ricerca partner, in collaborazione con EEN – Enterprise Europe Network.

«Questa giornata, interamente dedicata ai soci,– spiega il presidente del Lombardy Energy Cleantech Cluster Luca Donelli – intende favorire la collaborazione tra imprese e centri di ricerca attraverso lo sviluppo di iniziative bottom-up».

«Un processo – aggiunge il Vice Presidente del Cluster Stefano Besseghini, nonché Presidente di RSE – nella presentazione dell’azione strategica, da lui stesso battezzata Officina Innovazione Cluster, che vuole sottolineare come il Cluster si presti ad essere un laboratorio di innovazione, che non si limita a proporre ad una platea ampia di aziende soluzioni predefinite, ma si preoccupa di costruire questi strumenti in collaborazione con gli stakeholder del settore». «Una prima azione in questo senso è partita con il progetto SUSME, finanziato da Regione Lombardia per lo sviluppo di uno studio di fattibilità per una ottimizzazione della offerta tecnico scientifica delle strutture di ricerca lombarde. Pur nel carattere embrionale di questa iniziativa si è avuto un riscontro di grande aspettativa per cui sarà necessario passare dalla fase ideativa a quella progettuale. Una ulteriore dimostrazione della bontà della scelta strategica svolta dal cluster» – aggiunge Stefano Besseghini.

Sul sito del Lombardy Energy Cleantech Cluster è possibile avere maggiori informazioni sul programma, scaricare la Relazione delle Attività del Cluster del 2017 e le slide presentate sulle attività 2018 con le sfide proposte dalle Aree di Competenza, in cui centri di ricerca e imprese lavorano assieme per favorire l’innovazione, il trasferimento tecnologico e creare opportunità di business.

ultima modifica: 2018-04-20T22:55:14+00:00 da Roberto Race