Tutte le novità in casa Vitrociset, tra il contratto per la Pubblica amministrazione e l’accordo sul training avanzato

Tutte le novità in casa Vitrociset, tra il contratto per la Pubblica amministrazione e l’accordo sul training avanzato
Dopo la presentazione del nuovo Piano industriale a inizio febbraio, e i primi dati sul bilancio 2017 di metà febbraio, negli ultimi giorni sono arrivate altre notizie incoraggianti per l'azienda guidata da Paolo Solferino

Un contratto da 7,5 milioni per la Pubblica amministrazione e un accordo strategico con una società americana nel campo del training avanzato. Sono queste le novità degli ultimi giorni in casa Vitrociset, azienda italiana dell’aerospazio, leader nella fornitura di servizi per l’Information and communication technology (Ict).

Dopo la presentazione del nuovo Piano industriale a inizio febbraio, a metà marzo erano arrivati i primi dati sul bilancio 2017, che avevano fatto registrare un andamento in linea con l’ultimo forecast, sia in termini di ricavi sia di Ebitda, e la crescita del portafoglio ordini, arrivato a superare due volte il fatturato. Le ultime notizie si confermano dunque incoraggianti, per un’azienda che negli ultimi tempi è stata sotto i riflettori per le ipotesi di vendita da parte dell’attuale proprietà e per la possibilità che lo Stato esercitasse il cosiddetto golden power, i poteri speciali che possono essere azionati da Palazzo Chigi quando si prospetta la vendita di una azienda strategica per il Paese.

IL CONTRATTO UC&C PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

La scorsa settimana, la società guidata da Paolo Solferino, (nella foto), ha siglato un accordo per fornire all’Inps, al ministero degli Esteri, all’Anas in Puglia e a diversi comuni, centrali telefoniche evolute che permettano di gestire su un unico numero telefonico tutto ciò che riguarda la comunicazione, dalle telefonate allo screen sharing. L’azienda si occuperà della fornitura, della messa in opera e della manutenzione delle infrastrutture basate sulla nuova tecnologia Wildix. Il contratto, che si inserisce nell’ambito dell’Accordo quadro Consip CT7, vale 7,5 milioni di euro su 4 anni e riguarda non solo le centrali telefoniche, ma anche i prodotti e i servizi ad esse connesse. In particolare, Vitrociset “si occuperà della completa migrazione della tradizionale infrastruttura telefonica sulla nuova ed innovativa infrastruttura tecnologica Wildix. La nuova infrastruttura prevede una soluzione integrata Wildix di Sistemi Telefonici e Unified Communication & Collaboration (UC&C) tale da permettere agli utenti di gestire telefonate, click to call, presence, chat, videocomunicazione, screen sharing, voice e fax mail, rubrica condivisa, storico chiamate, e altro in maniera integrata tramite smartphone (Android e IOS), Tablet, PC e telefono fisso, il tutto attraverso un unico numero telefonico”.

LE PAROLE DI SOLFERINO

“Vitrociset, leader in Italia sui sistemi di comunicazione, nel corso degli anni si è aggiudicata le Convenzioni/Accordi Consip CT4, CT5, CT6 e CT7 ed ha implementato le principali reti VoIP per la Pubblica Amministrazione, con più di 150.000 utenti installati”, ha ricordato l’ad Paolo Solferino. “L’avvio di questi ultimi contratti riveste un carattere di importanza strategica perché conferma Vitrociset come punto di riferimento per la realizzazione di grandi infrastrutture VoIP (Voice over IP) in grado di proiettare in maniera immediata e reale la Pubblica amministrazione nel mondo delle Unified Communication e Collaboration”.

L’ACCORDO PER L’ADDESTRAMENTO AVANZATO

Intanto, oggi è arrivato l’annuncio dell’accordo strategico siglato con Bohemia Interactive Simulations per lo sviluppo del business e delle vendite in Italia. La leadership dell’azienda italiana nel mondo dell’addestramento, grazie alla sua proposizione di soluzioni di training avanzato, si arricchirà ulteriormente grazie all’utilizzo della piattaforma software Vbs3 della società con base a Orlando, in Florida, da cui ha ottenuto l’esclusività commerciale per la rivendita delle licenze Vbs3 in Italia. D’altronde, Vitrociset vanta nel settore un importante know-how, maturato con la realizzazione e l’esecuzione del programma Siat dell’Esercito, del Sistema Ffas dei Carabinieri forestale e dei simulatori per il controllo del traffico aereo realizzati in Qatar.

In particolare, le due aziende allestiranno una sala demo permanente presso la sede romana di Vitrociset, dove sarà possibile tenere una dimostrazione live delle competenze di Vitrociset nell’ambito dell’addestramento attraverso il software Vbs3 di Bohemia. “In questa demo room – spiega l’azienda in una nota – si potrà avere una dimostrazione diretta di come la soluzione di Home station training (Hst) di Vitrociset aiuta gli utenti a pianificare, preparare, eseguire e valutare una missione secondo un concetto di ciclo operativo di formazione, che consente agli fruitori della soluzione di sfruttare la simulazione attraverso tutte le fasi operative”. L’Hst di Vitrociset consente di addestrare le truppe a bordo di veicoli reali, elicotteri, aerei e sistemi. I soldati infatti vengono introdotti nell’ambiente virtuale usando visiere “immersive” e tutti i movimenti del corpo; le interazioni con vere armi e piattaforme vengono rilevate con sensori dedicati.

IL COMMENTO DI BALDASSARRE

“Attraverso la scelta di utilizzare Vbs3, ovvero il motore di simulazione più utilizzato in ambito militare e per scenari complessi – ha spiegato il direttore Strategy & corporate development Gianluca Baldassarre – Vitrociset rafforza la sua decisione di presentarsi anche sui mercati internazionali con un’offerta completa e ai massimi livelli per quanto riguarda la qualità e la tecnologia”. L’accordo siglato con Bohemia Interactive Simulations, ha aggiunto il manager, “testimonia l’interesse dell’azienda per lo sviluppo di un’offerta di servizi/prodotti innovativa e di concreto posizionamento sul mercato”.

ultima modifica: 2018-04-09T13:15:06+00:00 da Stefano Pioppi

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: