Premio Simpatia in scena a Roma. Ecco tutti i più “simpatici” del 2018

Premio Simpatia in scena a Roma. Ecco tutti i più “simpatici” del 2018
Lunedì 4 giugno si celebrerà il Premio arrivato alla 48esima edizione. Nello stesso giorno dei 74 anni della Liberazione della Città Eterna ad opera del contingente americano il primo a ricevere la rosa, simbolo del Premio, sarà l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia Lewis Eisenberg

Andrà in scena l’edizione 2018 del Premio Simpatia lunedì 4 giugno e si celebrerà nello stesso giorno dei 74 anni della Liberazione della Città Eterna ad opera del contingente americano. Non è un caso infatti che il primo a ricevere quest’anno il premio sarà l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia Lewis Eisenberg.

Il Premio nasce da un’idea di Domenico Pertica nel 1970 a Roma, dopo la prima edizione del ‘71, che si svolse in una trattoria “For de Porta”, dal 1972 il Premio si svolge in Campidoglio nella Sala della Protomoteca diventando così un “Oscar Capitolino”. Dalla seconda edizione aderiscono Aldo Palazzeschi e Vittorio De Sica che faranno parte integrante della giuria e animeranno insieme al suo ideatore il premio.

La rosa dello scultore Assen Peikov quindi quest’anno oltre a celebrare l’amicizia con gli Usa, sarà conferita ad Andrea Saccone, 19 anni, vincitore della trasmissione L’Eredità, come “Simpatico d’Italia”. Saccone è stato anche tra gli ultimi concorrenti ad aver abbracciato Fabrizio Frizzi.

La giuria vede tra i suoi rappresentanti Renzo Arbore, Giorgio Assumma, Pippo Baudo, Verdiana Bixio, Athos De Luca, Christian De Sica, Marisela Federici, Renzo Gattegna, Carlo Gianni, Nicola Maccanico, Simona Marchini, Alessandro Nicosia, Bruno Piattelli, Gigi Proietti, Carlo Verdone.

L’evento, presentato da Paola Saluzzi e Pino Strabioli, premierà anche le Forze dell’Ordine: l’Arma dei Carabinieri con Giuseppe Gambacurta, la Polizia di Stato con Maurizia Quattrone, la Sala Operativa del Comando dei Vigili del Fuoco di Roma e la Polizia Locale di Roma Capitale con Daniela Rossi e Fabrizio Franzone. Per letteratura e giornalismo il filosofo Umberto Galimberti, Franca Leosini, per le sue avvincenti interviste in “Storie maledette”, Carlo Marroni Sole 24 Ore e Stefania Pinna Sky Tg24. Per medicina, ricerca e università il professor Franco Locatelli, del Bambino Gesù di Roma per l’innovativa terapia cellulare e genica, il professor Ezio Adriani, ortopedico, il sociologo Domenico De Masi. Per l’arte Dicò, l’artista pop romano, Francesca Fabbri Fellini, curatrice del patrimonio dello zio Federico, Alfonsina Russo, direttore del parco archeologico del Colosseo e la storica dell’arte Maria Teresa Benedetti. Per la musica premiata la cantautrice Paola Turci. Per lo spettacolo, premi a Nicoletta Braschi, Michela Andreozzi, Lunetta Savino, Michele La Ginestra, Fabrizio Giannini. Per le storie, la chef stellata Cristina Bowerman, il giovane eroe Valerio Catoia. Per la solidarietà Don Pietro Sigurani, Rettore della Basilica di Sant’Eustachio, Sara Manfuso, presidente #IOCOSI’, Francesca Medolago, vice presidente Medicinema Italia Onlus e l’associazione Volontari del Capitano Ultimo. Per il management, Maurizio Sandri, Progetto Acea Scuola – acqua, ambiente ed energia. Per le tradizioni, premio a Franco Palermo, maestro panettiere e poeta urbano e a Nonna Nerina di Palombara Sabina che insegna l’antica arte della pasta.

Alla manifestazione, che sarà aperta dalla fanfara degli Sbandieratori del “Leone Rampante” di Cori, con il patrocinio di Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale e del Consiglio Regionale, sarà presente per il Comune di Roma Vice Sindaco, Luca Bergamo, con delega alla Crescita Culturale.

ultima modifica: 2018-06-02T08:00:35+00:00 da Chiara Masi

 

 

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: