L’Italia sostiene la conciliazione della Libia. Investendo con le Nazioni Unite

L’Italia sostiene la conciliazione della Libia. Investendo con le Nazioni Unite
Dall'account ufficiale dell'Ambasciata guidata da Giuseppe Perrone arriva la notizia che il governo italiano contribuirà al Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite con 500mila euro al fine di sostenere gli sforzi di riconciliazione nazionale

L’Italia tiene il punto in Libia e continua a confermare il suo interesse e la sua vicinanza alla situazione in cui si trova il Paese. Dall’account ufficiale dell’Ambasciata guidata da Giuseppe Perrone arriva la notizia che il governo italiano contribuirà al Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (Undp) con 500mila euro al fine di sostenere gli sforzi di riconciliazione nazionale.

L’accordo, che rientra nell’ambito del progetto “Towards National Reconciliation in Libya” sottoscritto con Sultan Hajiyev direttore dell’Undp in Libia, rimarca la posizione volta al dialogo dell’Italia verso la Libia. Una capacità che insieme alla collaborazione tra i due Paesi, conferma sempre di più la nostra penisola come “partner privilegiato” per la Libia, offrendo allo stesso tempo maggiore cooperazione e possibilità di risoluzione di conflitti interni alla regione.

“Affrontare i bisogni delle comunità attraverso il dialogo è la premessa necessaria per un processo politico inclusivo che porti alla stabilità e alla prosperità in Libia”, ha dichiarato in proposito l’ambasciatore Perrone in occasione della firma, sottolineando anche che “sviluppare le capacità e le competenze necessarie a livello di base, includendo donne e giovani in questo sforzo nazionale, è la chiave per dare potere alle comunità locali. Attraverso questo programma l’Italia offre ancora una volta il suo sostegno concreto allo sforzo delle Nazioni Unite per la pace del popolo libico”.

E ancora ha ribadito a sua volta Hajiyev: ”Siamo grati ai nostri partner italiani per il loro continuo supporto agli sforzi di sviluppo in Libia l’Italia era e rimane uno dei nostri importanti partner internazionali nel Paese. Il processo di riconciliazione non è mai facile, ma è vitale per la pace e la stabilità. Speriamo che questo prezioso contributo delle nostre controparti italiane possa rafforzare ulteriormente i processi di mediazione e incidere positivamente sulla riconciliazione locale”.

(Foto: (c) Twitter @ItalyinLibya Giuseppe Perrone e Sultan Hajiyev)

ultima modifica: 2018-07-13T11:20:11+00:00 da Isabella Nardone

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: