BOC Aviation, ecco segreti e strategie di un braccio operativo di Bank of China

BOC Aviation, ecco segreti e strategie di un braccio operativo di Bank of China

Dopo l’emissione di obbligazioni per 5 miliardi di dollari, un acquisto faraonico sul mercato dell’aerospazio. Numeri, uomini al vertice e strategie di BOC Aviation, il braccio operativo dei leasing di Bank of China. Legata a doppia mandata alla rilevante Banca cinese, che ne detiene il 100%, ha deciso per un’accelerazione del suo sviluppo. E pochi giorni fa ha fatto il più grande ordine nella sua storia da 20 anni a questa parte.

BOC
Con sede a Singapore la BOC Aviation è uno dei locatori più importanti del mondo. Al 31 marzo 2014 il suo portafoglio comprendeva 237 proprietà e gestione aeromobili in locazione a 55 compagnie aeree in 30 paesi del pianeta. La società è stata fondata nel 1993 per fornire in leasing operativi (commerciale e passeggeri) aeromobili e cargo alle compagnie aeree di tutto il mondo. L’azienda offre contratti di leasing operativi diretti e asset management a terzi. E’ anche coinvolta nella vendita di aeromobili, fornendo finanza strutturata e gestione tecnica, come servizi di gestione, locazione e re-marketing per compagnie aeree, banche e altri investitori. Inoltre l’azienda offre un finanziamento del debito per le compagnie aeree.

OBBLIGAZIONI
Quattro mesi fa ha emesso obbligazioni per 5 miliardi di dollari. Inizialmente era stato stabilito un limite di 2 miliardi di dollari nel settembre 2012, successivamente aumentato a 5 miliardi di dollari nel mese di aprile 2014. La joint coordinatori globali sono state BOC International, Citigroup e HSBC. Le joint lead manager e bookrunner congiunti invece BNP Paribas, BOC International, Citigroup, DBS Bank Ltd., HSBC, JPMorgan e Morgan Stanley. Le Obbligazioni sono state denominate in dollari USA, e hanno partorito un cedola fissa del 3,875% annuo, con interessi pagabili semestralmente in via posticipata. Il rendimento per gli investitori sarà 4,107% annuo, che rappresenta uno spread del 2,40% oltre 5 anni. BOC Aviation userà i proventi netti per finanziare la nuova spesa in conto capitale, per scopi aziendali generali (come nuovi acquisti di aeromobili) e anche per il rifinanziamento di prestiti esistenti.

CHEN
Numero uno di BOC Aviation è Mr. Siqing Chen, già Vice Presidente esecutivo della Bank of China Ltd dal giugno 2008, dove vi è entrato nel 1990 lavorando nel Hunan e poi ad Hong Kong come Assistant General Manager. Ha ricoperto diversi incarichi nella Banca di Cina dal giugno 2000 al maggio 2008, per poi fare un passo decisivo verso la BOC. E’ anche Vice Chairman del Comitato Sviluppo Strategico della Bank of China Ltd. Bank of China ha da alcuni mesi avviato una vera e propria campagna di acquisizione tra le aziende italiane quotate.

COLPO
Un primo frutto di quelle obbligazioni, secondo alcuni analisti, è il mega ordine da 80 Boeing di medio raggio per trasporto passeggeri. Ecco che lo shopping dalla società di leasing cinese si presenta come una strategia legata al boom di finanziamenti nell’aviazione e coincide con una forte domanda delle compagnie aeree.

ORDINE
L’ordine è stato per 50 Boeing 737 e 30 Next Generation 737-800, che saranno consegnati tra il 2016 e il 2021. Gli aerei sono valutati 8,8 miliardi di dollari (prezzo di listino), secondo quanto riferito dal Wall Street Journal da un dirigente di Boeing. L’ordine comprende anche due widebody Boeing 777-300ER, per cui BOC Aviation avrebbe già trovato un cliente, secondo una dichiarazione della società, ma non ne ha rivelato l’identità. I clienti in genere ricevono sconti tra il 30% e il 40% sui prezzi di listino degli aerei. Secondo Dinesh Keskar, senior vice president di Boeing per le vendite per l’Asia-Pacifico e India, “il Boeing 737 è un bene molto liquido e la concorrenza per la vendita e lease-back è molto alta”.

STRATEGIA
La divisione leasing di Bank of China, quindi, può acquistare aerei direttamente dai produttori e in seguito trattarli con i clienti, o comprare gli aerei dalle compagnie aeree sotto offerte di vendita-and-leaseback che permettono ai vettori di vendere la proprietà dei loro aerei e tenerli fuori dai propri bilanci. Al 30 giugno scorso la BOC deteneva 251 aerei nella sua flotta, tra cui 118 aerei Boeing che attualmente volano con 27 compagnie aeree.

PRATT&WHITNEY
E’ dello scorso febbraio la partnership di BOC con Pratt & Whitney Motori per gli aeromobili A320. Le consegne sono previste per inizio nel 2017. Secondo Robert Martin, amministratore delegato e chief executive officer di BOC Aviation, i motori Pratt & Whitney PurePower sono stati scelti da BOC per la tecnologia e per il risparmio di carburante che assicurano. Un matrimonio quello tra la BOC Aviation di proprietà della Banca di Cina, una delle più grandi banche del mondo, e Pratt & Whitney, leader mondiale nella progettazione, produzione e assistenza di aerei motori, che dimostra l’accelerazione da parte del colosso cinese nel panorama aerospaziale mondiale.

twitter@FDepalo

ultima modifica: 2014-08-27T09:24:49+00:00 da Francesco De Palo

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>