Natale: il club dei superstiti

Natale: il club dei superstiti

Sono stato ammesso nel Club dei Superstiti. Del Club, assai blasonato, quest’anno entreranno a far parte tutta una serie di nuovi soggetti.
Il principe azzurro delle favole. Il suo è un riconoscimento alla carriera per essere sopravvissuto a una vita felice e contenta con la principessa. Fino a poco tempo fa, infatti, i principi erano principi con tanto di sangue blu mentre le principesse diventavano tali solo al termine di burrascose avventure. Da qualche tempo, è tutto alla rovescia. Si pigliano sempre tipi del popolino.
I dipendenti della Farnesina, ora che è stato eletto ministro Alfano. Si tratta di una scommessa, in effetti. Il Club spera di incoraggiarli puntando ex-ante sulla loro riuscita.
Del PD, tantissimi. In realtà del PD risulta che ci sia sempre qualcuno nuovo ogni anno per via del fatto che cambia il nome della corrente di appartenenza. Quest’anno, però, la vera novità è il folto numero di giornalisti del Fatto Quotidiano. È un duro colpo per loro, che sono sempre così agguerriti tutte le volte che questo paese prova a fare qualcosa di buono, ma devono accettare di sopravvivere alla conclusione dei lavori della Salerno – Reggio Calabria.
Il TAV perché adesso che è stata terminata la Salerno – Reggio Calabria ha tutte le carte in regole per diventare il cantiere interminabile.
Una delegazione – per motivi numerici evidentemente – di chi ha votato NO al referendum del 4 Dicembre. Motivazione: – Sopravvissuti a Gentiloni- Mattarella ma comunque “morti democristiani” -. Ultimo, ma solo per renderlo ancor più evidente, Massimo D’Alema, ma solo se entro l’estate realizza la riforma della costituzione fatta bene così come disse a Catania il 30/8/2016.
Tante conferme poi. La geografia che prova a sopravvivere – sempre con maggior fatica – all’ignoranza. L’esercito italiano che sopravvive, ma non si mobilita. Il Sud sembra eternamente uscito da una guerra, quella lunga dell’ignoranza e del forato. Andrebbe ricostruito e difeso.
L’autostrada Torino – Milano che sopravvive a se stessa malgrado 17 anni di restringimenti.
Poi, ci sono gli appassionati di lirica sopravvissuti a 25 anni di Ring a Bayreuth. Gli abitanti di Messina, sfiniti dal fatto che da più di cento anni non accade un terremoto, possibilmente con epicentro a Reggio Calabria. Gli appassionati di ciclismo che durante l’inverno amano trascorrere i pomeriggi rivedendo in vhs le telecronache di Adriano De Zan. Mentana, perché si dimenticano sempre di rimuoverlo dall’anagrafica. Lapo, perché il Club l’ha in simpatia. Motivazione: – pare nu figghiolu bonu finito in una famiglia di Lupi -.
Signorini che continua a sopravvivere all’enorme responsabilità di rappresentare con il suo Chi il partito dentro la cabina elettorale grazie al fatto che tutti pensano che a orientare i voti sia Repubblica.

Se qualcuno si chiede perché chi scrive sia stato ammesso nel Club, la motivazione in calce all’invito è :- Essere sopravvissuto al Natale con 7 donne solo grazie all’enterogermina gonfiore – .

ultima modifica: 2016-12-24T10:02:07+00:00 da Michele Fronterrè
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>