Patient Care, il lato dell’Obamacare che piace anche a Trump

Patient Care, il lato dell’Obamacare che piace anche a Trump
L'articolo di Rossana Miranda

La rottamazione dell’Obamacare è cominciata. Dopo settimane di controlli e revisioni, i repubblicani americani hanno finalmente presentato martedì la bozza finale del provvedimento che cercherà di sostituire il programma di assistenza sanitaria Affordable Care Act promosso dall’ex presidente Barack Obama.

In campagna elettorale Donald Trump ha promesso di abolirlo. Il nuovo programma, chiamato American Health Care Act, ridurrà significativamente i sussidi federali, lasciando il campo libero alle compagnie assicurative. L’American Health Care Act è in fase di dibattimento in due comitati del Congresso.

NON È IL TRUMPCARE

Secondo il segretario per la Sanità, Tom Price, “il piano che propongono i repubblicani non sarà conosciuto come Trumpcare ma come Patient Care (Cura dei pazienti). Il nuovo Affordable Care Act vuole concentrarsi sui pazienti e cerca una forma migliore di accesso ai servizi sanitari. Alcuni studi calcolano che circa 24 milioni di americani resteranno senza copertura medica dopo l’abolizione dell’Obamacare.

La parte più importante della legge sull’assistenza sanitaria che è in vigore costringe a tutti i cittadini ad avere un’assicurazione medica e penalizzava chi non l’aveva. Questo aspetto cambierà con la proposta di Trump. Obama voleva forzare ai giovani ad assicurarsi, aumento il numero di clienti con meno costi, in modo di compensare alle compagnie assicurative per gli altri costi.

Tuttavia, non tutto l’Obamacare sarà abolito. Nel suo Patient Care Trump terrà alcuni aspetti (considerati dagli analisti i più populisti), cambierà altri punti e scarterà il resto.

COSA SARÀ CANCELLATO

L’Obamacare stabilisce che ogni individuo deve pagarsi un’assicurazione medica. Se non lo fa, ha una penale. La proposta repubblicana deroga a questo obbligo: chi non può pagarsi un’assicurazione non dovrà pagare una multa. Sebbene sia positiva, questa misura ridurrà il numero di vendite delle assicurazioni (chi è sano e giovane non la comprerà), per cui aumenterà il prezzo per chi ne ha bisogno: anziani e malati.

Mentre l’Obamacare prevede che tutte le grandi compagnie diano ai loro dipendenti un’assicurazione, il Patient Care di Trump cancella questo obbligo.

COSA CAMBIERÀ 

Con l’Obamacare, più di 30 Stati americani hanno allargato la copertura Medicaid, dando accessibilità a persone sotto il 138 per cento del livello di povertà. Con la proposta repubblicana, gli stati che espandono il Medicaid potranno contare sui fondi federali fino al 2020. Dopo, probabilmente molte delle persone con basso reddito non avranno accesso all’assicurazione sanitaria.

L’Obamacare vietava alle compagnie assicurative l’aumento delle polizze alle persone della terza età oltre il triplo del costo normale. Con Trump potranno quintuplicare il prezzo.

COSA RESTERÀ UGUALE

Resterà il divieto alle imprese assicurative di imporre limiti alle coperture e l’inclusione dei figli fino ai 26 anni nel piano assicurativo dei genitori; l’accesso all’assicurazione senza considerare le precedenti condizioni di salute (e senza aumento dei costi). Ugualmente, nella proposta di Trump resta l’obbligo alle imprese assicurative di offrire un minimo di 10 benefici: maternità, emergenze, ricoveri, medicine e cure preventive.

Immagine anteprima YouTube
ultima modifica: 2017-03-17T08:00:18+00:00 da Rossana Miranda

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>