Perché tifo per lo scambio Iva-cuneo fiscale

Perché tifo per lo scambio Iva-cuneo fiscale

Lo scambio tra aumento dell’IVA e riduzione del cuneo fiscale e contributivo sul lavoro è proposto da tempo dall’Ocse. Adottare questa linea ci renderebbe più forti nel chiedere maggiore flessibilità, perché (come potremmo sostenere) sarebbe la contropartita di quelle riforme che la Ue raccomanda.

++++

Ma Pier Carlo Padoan sta facendo marcia indietro dopo l’incontro con i senatori del Pd e il jamais di Matteo Renzi. Questo ‘’supertecnico’’ è una delusione. Mi resta da sperare in Carlo Calenda. A volte minacciare le dimissioni può servire.

++++

Governance de Il Sole-24Ore: FATE PRESTO.

++++

A volte anche gli economisti fissano lo sguardo sul dito anziché sulla luna che la indica. Francesco Giavazzi in una recente trasmissione televisiva in cui veniva messa alla gogna la burocrazia, ha raccontato l’esperienza di quando fu incaricato dal premier Mario Monti di presiedere una commissione che aveva il compito di ‘’fare pulizia’’ sugli sgravi fiscali e contributivi vigenti. Furono individuati possibili tagli per 10 miliardi, ma poi non se ne fece nulla a causa della contrarietà – secondo Giavazzi – degli uffici pubblici (e quindi dei burocrati) che provvedevano alla loro erogazione. Non è venuto il dubbio al prof. Giavazzi che, in realtà, in un Paese che è solito arrendersi persino ai taxisti, ai bagnini e agli ambulanti, la capacità di pressione che possono esercitare i settori economici che ricevono quei benefici sia molto più forte e risolutiva di quella dei dirigenti di qualche ministero?

++++

25 Aprile 2017: la polemica tra l’ANPI e la comunità ebraica di Roma ci lascia sbalorditi. Ovviamente il mio posto è con chi si raccoglie intorno ai valori e ai caduti della Brigata ebraica.

++++

Un’intervistona di Beppe Grillo sull’Avvenire, accompagnata da alcune dichiarazioni (poi ridimensionate) del suo direttore, hanno sollecitato i retroscenisti d’antan a mettersi sulla pista dei rapporti tra Vaticano e M5S. Perché stupirsi? La Chiesa, nella sua storia, è stata più volte un instrumentum regni. E ha avuto in passato ‘’attenzioni’’ verso movimenti, partiti e regimi che nulla avevano da invidiare rispetto ai ‘’pentastellati’’. Poi – diciamoci la verità – questo Pontefice un po’ ‘’grillino’’ lo è. Pardon. Vista la diversa statura dei personaggi, è sicuramente vero il contrario.

ultima modifica: 2017-04-20T12:30:11+00:00 da Giuliano Cazzola

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>