Leonardo, cosa ha deciso Alessandro Profumo sui settori di Finmeccanica

Leonardo, cosa ha deciso Alessandro Profumo sui settori di Finmeccanica

Insieme alle prime nomine nella corporate, il nuovo ad di Leonardo, Alessandro Profumo, ha cominciato a mettere mano all’organizzazione, smontando in parte quella voluta dall’ex ad, Mauro Moretti.

LA DECISIONE DEL CDA

Il consiglio di amministrazione ha deciso ieri di alleggerire il modello One Company, cancellando i settori, che attualmente stanno sopra le divisioni nelle quali sono confluite le controllate di piazza Monte Grappa. “Nel percorso pluriennale di trasformazione del gruppo, i settori hanno svolto un ruolo significativo nell’assicurare la continuità operativa del business e nel supportare l’avvio del nuovo modello divisionale”, spiegano diplomaticamente da Leonardo: “I compiti del settore sono stati pienamente assolti e si è reso quindi necessario procedere con la razionalizzazione e semplificazione del modello operativo”.

CHE COSA CAMBIA

Resta confermata per il resto la Governance in essere, con l’organizzazione operativa articolata nelle sette divisioni di business (Elicotteri, Velivoli, Aerostrutture, Sistemi avionici e spaziali, Elettronica, Difesa, Sistema di sicurezza e Spazio), e le strutture centrali, responsabili dell’indirizzo strategico e delle leve del controllo per il governo del gruppo.

GLI EFFETTI

La decisione di Profumo avrà ricadute anche su alcuni degli attuali manager, che sono a capo dei settori, come Filippo Bagnato (Aeronautica), Luigi Pasquali (Spazio) e Daniele Romiti (Elicotteri). Sia Bagnato che Romiti sono comunque anche a capo delle rispettive divisioni, Velivoli ed Elicotteri. La quarta casella, Elettronica, Difesa e Sistemi di sicurezza è già libera, perché il responsabile, Fabrizio Giulianini, si è dimesso circa un mese fa.

(Estratto di un articolo pubblicato sul quotidiano Mf/Milano Finanza diretto da Pierluigi Magnaschi)

ultima modifica: 2017-06-29T12:42:45+00:00 da Angela Zoppo

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: