New Direction Italia, chi ha fondato il neonato centro studi super thatcheriano

New Direction Italia, chi ha fondato il neonato centro studi super thatcheriano

Intellettuali, manager e professionisti, al di là di partiti e movimenti politici, danno vita a centro studi che si ispira alla signora Thatcher. Obiettivo? Elaborare proposte culturali pro-mercato: ossia meno spesa pubblica, taglio di imposte e tasse e atlantismo doc. È nata oggi “New Direction Italia”, il ramo italiano della “New Direction Foundation”, la fondazione culturale europea creata a suo tempo con il patrocinio della signora Thatcher (qui il sito europeo).

IL VERTICE

Sono membri del Consiglio di amministrazione: Andrea Bagnolini, Mariano Bella, Lorenzo Castellani, Alfonso Celotto, Luigi Di Gregorio, Massimo Fantola, Raffaele Fitto, Francesco Galietti, Corrado Sforza Fogliani, Giorgio Spaziani Testa, Sergio Vento. Il presidente è Raffaele Fitto, membro del board europeo di New Direction. Vicepresidente è Corrado Sforza Fogliani. Il cda ha indicato come direttore generale Daniele Capezzone.

GLI OBIETTIVI

Le finalità dell’associazione, tratte dallo statuto, sono: “la promozione e l’elaborazione di idee e proposte fondate sui principi di libertà, mercato, concorrenza, tutela della proprietà e del risparmio, libera intrapresa, libera ricerca, riduzione dell’ingerenza pubblica nella vita dei cittadini, delle famiglie e delle imprese, oltre che una salda collocazione anche culturale dell’Italia nell’alveo dell’atlantismo, dell’Occidente, della migliore tradizione della libertà, della democrazia, dello stato di diritto, della promozione dei diritti umani”.

L’ATTIVITÀ

L’attività dell’associazione (culturale e non politica, si sottolinea nella nota della neonata associazione, visto che Fitto e Capezzone sono ai vertici del movimento Direzione Italia) sarà “essenzialmente legata ai temi economici in una chiave pro-mercato e ai temi internazionali in chiave transatlantica, promuovendo con convegni, documenti, pubblicazioni e iniziative pubbliche non solo una riflessione su questi temi, ma soprattutto soluzioni concrete e praticabili”.

IL COMITATO SCIENTIFICO

Sono membri del Comitato scientifico: Andrea Asole, Giacomo Bandini, Giovanni Basini, Andrea Bernaudo, Luca Bertoletti, Anna Bono, Emanuele Canegrati, Cinzia Caporale, Roberto Caporale, Federico Cartelli, Marco Casella, Pasquale Corvaglia, Lucio Di Corato, Federico Fischer, Luigi Gabriele, Francesco Giubilei, Ettore Gotti Tedeschi, Michele Guerriero, Giuseppe Guttadauro, Riccardo Lefons, Massimiliano Longo, Stefano Magni, Vincenzo Matano, Aldo A. Mola, Lorenzo Montanari, Giuseppe Morabito, Emanuele Oppes, Giuseppe Pennisi, Antonio Petrillo, Vittorio Pezzuto, Jacopo Piccinetti, Gianmarco Pondrano Altavilla, Giovanni Postorino, Mario Poti, Iuri Maria Prado, Federico Punzi, Paolo Reboani, Alessandro Sacchi, Jan Sawicki, Giacomo Tamborini, Francesco Valli, Fabio Van Loon, Francesco Vatalaro, Dario Vese, Salvatore Zecchini, Alberto Zilio.

ultima modifica: 2017-09-12T12:30:51+00:00 da Veronica Sansonetti

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: