La spada di Damocle

Anche gli strateghi di Al Qaida, come i terroristi classici che li hanno preceduti nella storia, valutano la differenza tra azione e minaccia, e fanno consapevolmente leva sul terrore come fattore psicologico destabilizzante per il proprio nemico.