Chi ha celebrato Aldo Moro e la sua scorta in via Fani a 40 anni dal rapimento. Tutte le foto

Nel 40esimo anniversario del rapimento di Aldo Moro il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inaugurato un monumento commemorativo in via Mario Fani, dove le Brigate Rosse sequestrarono il presidente della Democrazia Cristiana uccidendo i cinque agenti della scorta.

L’anniversario è stato celebrato nel nome di Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi. Erano presenti anche il presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso, la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini e rappresentanti delle istituzioni.

Dopo le celebrazioni davanti alla targa dedicata ai militari uccisi dalle Br, è stato inaugurato anche il giardino in via Mario Fani realizzato in memoria del 40esimo anniversario dell’uccisione della scorta di Aldo Moro. “Oggi inauguriamo il giardino e il memoriale ai martiri di via Fani perché la memoria per noi è fondamentale. Il Comune di Roma non solo vuole rendere omaggio ma vuole ricostruire uno spirito di comunità che si deve fare anche celebrando momenti molto importanti come questo. Io sono cresciuta con il pensiero di essere nata nell’anno di Moro, uno spartiacque”, ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi durante la cerimonia di apertura del giardino. “Quel giorno ha segnato un confine – ha aggiunto – tra quello che sembrava impossibile e quello che è stato possibile. Ci sono dei momenti che non si devono ripetere ma per questo è necessario non dimenticare”. Raggi ha ricordato che “il 21 febbraio quella targa è stata barbaramente vilipesa. Non possiamo accettare che qualcuno offenda il nome di quelle persone e delle forze dell’ordine”.

Ecco tutte le foto.

Lo speciale di Formiche.net su Aldo Moro:

Ecco il testamento politico di Aldo Moro. Il ragionamento sui due vincitori che avrebbe cambiato la storia dell’Italia

- Il buio di quel 16 marzo 1978 e la nascita dell’antiterrorismo italiano. L’articolo di Stefano Vespa

- Aldo Moro, l’uomo che sapeva ascoltare. L’articolo di Antonello Di Mario

- Aldo Moro e quel sangue che ricade ancora sulla politica italiana. Parla Marco Damilano. L’intervista di Francesco Gnagni

ultima modifica: 2018-03-16T16:30:52+00:00 da Simona Sotgiu