Alessandro Ruben, nominato in commissione Adl, visto da Pizzi. Le foto

Alessandro Ruben, 51 anni, avvocato ed ex parlamentare, è stato eletto membro della Commissione Nazionale dell’Anti Defamation League durante l’assemblea generale svoltasi a San Francisco. Si tratta di un riconoscimento prestigioso, per la prima volta conferito ad un italiano, che sottolinea l’importanza della collaborazione con l’Italia nello sforzo di combattere l’antisemitismo, sconfiggere il terrorismo internazionale e difendere gli ideali democratici prevenendo tutte le forme di pregiudizio ed intolleranza.

Il numero uno dell’Adl, Jonathan Greenblatt, nel comunicare la decisione ha voluto ringraziare Alessandro Ruben per l’importante contributo messo in campo per la promozione e diffusione dei valori che da sempre ispirano l’organizzazione e per la costruzione di un solido e proficuo rapporto con le Istituzioni Italiane e le forze dell’ordine italiane.
L’Anti Defamation League è la principale organizzazione non governativa Usa, con quartier generale a New York, 29 sedi negli Stati Uniti e succursali in molti altri Paesi del mondo. Fondata nel 1913, realizza indagini e ricerche sull’antisemitismo e sull’estremismo che servono ad orientare le politiche per la prevenzione negli Stati Uniti come in Europa.
Adl collabora attivamente con FBI (Federal Bureau of Investigation) e con la CIA (Central Intelligence Agency) per realizzare iniziative per contrastare odio, intolleranza e estremismo e supportando le Agenzie per la lotta al terrorismo internazionale e interno. Promuove inoltre appositi corsi di formazione per addestrare le forze dell’ordine a contrastare i crimini di odio.
(c) Umberto Pizzi. Riproduzione riservata
ultima modifica: 2017-11-20T05:55:58+00:00 da Valeria Covato