Bonino, Calenda e Della Vedova invocano “Forza Europa”. Foto di Pizzi

Sabato 29 luglio, alle ore 10 presso l’Hotel Massimo D’Azeglio in via Cavour 18 Roma, si è tenuta l’iniziativa di Forza Europa “In Movimento per un’Italia europea”. Hanno partecipato il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova, l’ex ministro degli Esteri Emma Bonino, il ministro per lo Svilppo Carlo Calenda. E ancora: Marco Bentivogli, Marco Cappato, Francesca Mercanti, Riccardo Magi, Gianfranco Librandi, Andrea Mazziotti, Umberto Ranieri, Simona Giordano, Antonio Argenziano, Flavia Perina, Gabriele Molinari, Piercamillo Falasca, Carmelo Palma.

“Soprattutto per l’Italia la scelta neo-protezionista e neo-nazionalista è un incubo che dobbiamo risparmiare alle giovani generazioni”, ha detto Benedetto Della Vedova, intervenendo alla presentazione di Forza Europa a Roma. L’Italia e il governo di Matteo Renzi, in particolare, dovrebbero “rivendicare conti a posto e riforme, lasciando la crociata contro il fiscal compact a Grillo e Salvini. Continuiamo così perché i risultati cominciano a vedersi”. Della Vedova ha auspicato una Italia “libera, rigorosa, forte, che si batte con senso della misura ma senza complessi e che a Bruxelles non vuole andare per polemizzare ma per contare come e di più di come fatto fino a oggi”.

“Dove ci siamo fatti male nel precedente governo non è stato per le cose fatte ma perchè abbiamo cominciato a dire: è fatta, non c’è problema”, ha commentato  Calenda. “Un governo che per me ha fatto un ottimo lavoro – ha aggiunto – deve essere in grado di dire: queste cose non hanno funzionato, abbiamo sbagliato. Non posso prendere il consenso come una misura, ma come un’idea. Chi non lo farà si farà male”.

Foto Umberto Pizzi. Tutti i diritti riservati

ultima modifica: 2017-07-29T17:48:41+00:00 da Valeria Covato