I volti di Maria Elena Boschi nel governo Gentiloni. Le foto

Maria Elena Boschi è rimasta al governo anche con Paolo Gentiloni premier. La madre della riforma bocciata il 4 dicembre è nata a Montevarchi, ha 36 anni, ed è avvocato. A Montecitorio è entrata in commissione Affari Costituzionali, poi al governo nel febbraio 2013 come ministro delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento. Nel governo Gentiloni Boschi è sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio.

È stata criticata per non aver mantenuto la promessa fatta in campagna elettorale: “Vince il No? Lascio la politica. Noi non siamo come quelli che c’erano prima, se perdiamo ce ne andiamo a casa e cambiamo mestiere”, ha detto Boschi prima del voto.

L’ultimo atto da ministro è andato in scena il 7 dicembre in Senato, con l’approvazione – con 166 voti favorevoli e 108 contrari - della legge di bilancio.

(I VOLTI DI MARIA ELENA BOSCHI AL SENATO PER L’ULTIMO ATTO DEL GOVERNO RENZI. LE FOTO)

Nel governo di Matteo Renzi, da ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi ha rappresentato il rinnovamento generazionale, anche nella scelta degli abiti, con cui ha trasmesso un messaggio carico di freschezza, di novità, senza però trascurare la rigorosità che impone il suo ruolo. Ora, con la scoppola referendaria del 4 dicembre, sono arrivate le critiche: fragorose, e a sorpresa, quelle in particolare del quotidiano Repubblica che in un commento anonimo velenoso aveva auspicato che la Boschi rinunciasse ad entrare nel governo Gentiloni.

TUTTE LE MISE DI MARIA ELENA BOSCHI AGLI EVENTI MONDANI (NON SOLO AL SAN CARLO DI NAPOLI). FOTO

(Foto ImagoEconomica)

ultima modifica: 2016-12-14T12:53:15+00:00 da Valeria Covato

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>