Carlo Vanzina, il ricordo di Pizzi nelle sue foto d’archivio

Aveva solo 67 anni il regista Carlo Vanzina, morto dopo una lunga malattia a Roma. Figlio del regista Steno, pseudonimo di Stefano Vanzina, e fratello di Enrico, iniziò la sua carriere cinematografica grazie a un apprendistato con Mario Monicelli, con il padre e con Alberto Sordi, per poi formare il connubio con il fratello che li ha resi celebri.

Con i suoi film Carlo Vanzina ha raccontato l’Italia, dai “mitici” anni ’80 ai giorni nostri. Tra i più ricordati e citati il primo “Vacanze di Natale” ambientato a Cortina che ha fatto epoca con una immortale colonna sonora, “Sotto il vestito niente” che raccontava la Milano da bere fatta di super modelle e vita dissoluta.

Grazie ai suoi film sono stati lanciati attori come Diego Abatantuono, con “Eccezzziunale… veramente”, Isabella Ferrari e Massimo Ciavarro con “Sapore di mare”, Christian De Sica e Claudio Amendola con “Vacanze di Natale” e “Vacanze in America”.

Molte le incursioni televisive con Ezio Greggio e Massimo Boldi nelle prime serie tv targate Mediaset, “Anni 50″, Anni 60 e un “Ciclone in famiglia”. L’ultimo film è dello scorso anno, “Caccia al tesoro”.

Umberto Pizzi, raggiunto da Formiche.net, si è detto molto addolorato da questa perdita. Per il maestro è come se fosse morto un fratello. Molte le occasioni in cui l’obbiettivo del nostro fotografo ha immortalato Carlo Vanzina, anche il giorno del matrimonio con Lisa Melidoni.

Ecco l’album di foto d’archivio che celebrano un regista che ha saputo raccontare l’Italia e gli italiani.

(Foto: Umberto Pizzi-riproduzione riservata)

ultima modifica: 2018-07-08T15:48:03+00:00 da Francesca Scaringella