I duellanti Michele Santoro e Marco Travaglio visti da Umberto Pizzi. Le foto

“Grillo è destra, destra pura, insulto e manganello. Come faccio a rimanere nella proprietà del Fatto, con Travaglio? Forse venderò. A sinistra resta solo Renzi, almeno riesce a dare due calci al pallone”.

Michele Santoro picchia duro dalle pagine del Foglio, nell’intervista firmata da Salvatore Merlo e pubblicata sabato 26 novembre. “Non trovo strano che Marco Travaglio abbia schierato il Fatto a favore del No – sostiene ancora Santoro -. Trovo tuttavia imbarazzante che tutto il giornale, fin dentro ai necrologi, sia schierato per il No. In ogni sua riga. È ridicolo. Trovo imbarazzante possedere delle quote di un giornale senza sfumature, che non ha dubbi, costruito in questo modo”.

E se per Santoro il Fatto non è l’organo di partito del Movimento 5 Stelle (“Se a Marco dici che è diventato l’organo di qualcuno, ti spara”), è vero però che “c’è di sicuro una corrispondenza tra lui e il Movimento. Non so quanto organica. Ma c’è”.

Ecco una selezione di foto di Michele Santoro e Marco Travaglio dall’archivio di Umberto Pizzi.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

ultima modifica: 2016-11-29T15:40:34+00:00 da Simona Sotgiu

1 Commento su “I duellanti Michele Santoro e Marco Travaglio visti da Umberto Pizzi. Le foto

  1. Santoro, ti consideriamo il nostro “magister” per via della sottigliezza della tua mente, improntata alla “scepsi” e ad uno spirito critico che mai perde di vista la complessità e problematicità delle questioni in discussione. Quale novello Socrate ci hai illuminato facendoci capire che il M5S è “destra, destra pura” mentre Renzi è “l’ultimo baluardo della sinistra”. Sono tesi brillanti e stimolanti che avrebbero meritato d’esser dibattute in uno dei tuoi interessantissimi talk show, con ospiti complessi e problematici come te, tipo Alfano, Verdini, Barani o D’Anna.
    Salutaci Rondolino con cui hai certo maggiore affinità che non Travaglio

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>