Frattini, Giro, Gozi e Pittella alla Sioi parlano di immigrazione. Foto di Pizzi

La Sioi, Società italiana per l’organizzazione internazionale, ha ospitato ieri, martedì 9 febbraio, la presentazione della pubblicazione del Cir, Consiglio italiano per i rifugiati, Ponti non muri. Garantire l’accesso alla protezione in Europa, finanziata da Unipol Gruppo Finanziario.

Al dibattito sono intervenuti Franco Frattini, presidente Sioi, Roberto Zaccaria, presidente Cir, Maria Luisa Parmigiani, del gruppo finanziario Unipol, il direttore del Tg3 Bianca BerlinguerGianni Pittella, presidente del gruppo S&D al parlamento europeo, Sandro Gozi, sottosegretario presidenza del Consiglio dei ministri, Mario Giro, viceministro al ministero degli Esteri, il prefetto Mario Morcone, capodipartimento per le Libertà civile e l’immigrazione del ministero dell’Interno, e Christopher Hein, portavoce e consigliere strategico Cir.

La pubblicazione del Cir affronta, in particolare, i numeri sulle morti nel Mediterraneo. “Lo scorso anno nel nostro mare sono morti 3.771 uomini, donne e bambini. Dall’inizio del 2016 i morti o dispersi sono 244″ ha affermato Frattini. “Proponiamo diversi strumenti che potrebbero essere utilizzati per consentire a rifugiati e richiedenti asilo di arrivare in modo sicuro e legale nel nostro continente – ha detto Zaccaria – come i visti umanitari, i programmi di ammissione umanitaria, i programmi di reinsediamento, le sponsorizzazioni private o la possibilità di presentare domanda d’asilo presso autorità consolari dell’Ue nei paesi di origine e di transito”.

(Foto: Umberto Pizzi/Riproduzione riservata)

ultima modifica: 2016-02-10T09:06:26+00:00 da Sveva Bi