Graziano, Minniti e Pinotti incontrano Haftar a Roma. Le foto

Ricevere il generale Haftar ma non intaccare il ruolo del premier Serraj. Con questi due obiettivi ieri esponenti del governo Gentiloni hanno incontrato l’uomo forte della Cirenaica in Libia.

Il generale Khalifa Haftar, arrivato ieri a Roma ha avuto parole di riconoscenza per l’Italia nei suoi incontri con i ministri di Difesa ed Interno, Roberta Pinotti e Marco Minniti. Haftar ha anche visto i vertici dell’Aise ed il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

Il generale, a quanto riferito dalla Difesa al termine dei colloqui, ha ringraziato il ministro Pinotti, “per l’impegno italiano nel Paese nord-africano riconoscendone lo spirito collaborativo teso alla pacificazione della Libia”. In particolare, Haftar ha espresso “la sua riconoscenza per la disponibilità offerta dall’Italia nel settore sanitario, prendendo in cura i casi più delicati dei feriti libici, presso le strutture ospedaliere del nostro Paese”. Ha poi ricordato “le sofferenze del popolo libico dopo sette anni di guerra e la necessità di una rapida soluzione che assicuri stabilità e unità della Libia”. Da parte sua, la titolare della Difesa è stata ben attenta a non urtare la suscettibilità dei diversi protagonisti della scena libica, in primis il premier del Governo di Accordo nazionale riconosciuto dall’Onu, Fayez al Serraj. Pinotti ha infatti ribadito “il sostegno italiano alla strategia politica inclusiva dell’inviato dell’Onu Gassam Salamè per dare un ulteriore impulso al dialogo politico libico ed ha auspicato che tutte le parti possano contribuire efficacemente a tale strategia, escludendo qualsiasi soluzione militare”.

Ecco le foto degli incontri romani.

(Foto: Imagoeconomica)

ultima modifica: 2017-09-26T14:58:27+00:00 da Simona Sotgiu