Peter Turkson, chi è il cardinale che rimbrotta Donald Trump. Le foto

Peter Turkson, uno degli uomini più vicini a Papa Francesco, prefetto del dicastero per lo Sviluppo umano integrale, parlando ai giornalisti a margine di un convegno, ha criticato le mosse della Casa Bianca verso i Paesi in via di sviluppo e il recentissimo ordine esecutivo sull’ambiente. Dando la sua benedizione agli oppositori di Donald Trump: “Per fortuna ci sono anche voci contrarie, in disaccordo e contro”.

Turkson ha citato con soddisfazione il secondo stop al bando contro le immigrazioni di un giudice delle Hawaii: “È un segno che ci può essere un’altra voce e si spera che tramite i mezzi politici Trump cominci a ripensare alcune sue decisioni”. Su temi come le migrazioni, le misure per il clima, le spese per gli armamenti, gli aiuti allo sviluppo tagliati per finanziare il riarmo, sottolinea il cardinale, “contiamo anche sull’azione di lobby della Chiesa Usa”, che già spesso si è fatta sentire con messaggi e lettere al Congresso. E sul rispetto dell’ambiente, ha osservato che mentre Trump si muove in direzione opposta, “c’è un’altra potenza mondiale come la Cina che sta ripensando le sue posizioni”. Quella di Turkson è un’offensiva significativa, per il ruolo del cardinale in Curia e la sua strettissima vicinanza al Papa.

L’ultimo contrasto in ordine di tempo è sull’ordine esecutivo sul clima, firmato martedì, col quale Trump ha smantellato il Clean Power Plan del predecessore e, di fatto, l’adesione americana agli accordi di Parigi sul taglio alle emissioni di carbonio.

(Tutti gli approfondimenti nell’articolo di Andrea Mainardi)

Ecco la biografia di Turkson tratta dal sito vatican.va

Il Cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace; Arcivescovo emerito di Cape Coast (Ghana), primo Cardinale nativo del Ghana, è nato a Nsuta-Wassaw, diocesi di Sekondi-Takoradi, l’11 ottobre 1948.

Dal 1962 al 1969 ha frequentato il «St. Theresa’s Seminary», in Amisano; dal 1969 al 1971 il «St. Peter’s Regional Seminary», in Pedu.

Il 20 luglio 1975 è stato ordinato sacerdote per l’arcidiocesi Cape Coast, nella Cattedrale St. Francis De Sales, dall’Arcivescovo John Kodwo Amissah.

Ha poi compiuto gli studi di specializzazione in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico di Roma, negli anni 1976-1980 per la Licenza e negli anni 1987-1992 per il Dottorato. In precedenza aveva ottenuto i master in Divinity e in Teologia presso il «St. Anthony-on-Hudson», Conv. Franciscan Seminary, New York , dove aveva soggiornato negli anni 1971-1975.

Negli anni 1975-1976 e 1980-1981 ha insegnato nel «St. Theresa’s Seminary»; dal 1981 al 1987 è stato professore di Sacra Scrittura e Vice-Rettore del «St. Peter’s Seminary»; nel contempo è stato docente part-time all’Università di Cape Coast, Facoltà di Religione (1984-1986); Cappellano aggiunto presso l’Università di Cape Coast (1984-1986); docente ospite presso il Seminario Maggiore di Anyama in Abidjan, Costa d’Avorio (1983-1986). È stato anche Cancelliere del Catholic University College of Ghana, dal 2003.

Nominato da Giovanni Paolo II Arcivescovo di Cape Coast il 6 ottobre 1992, ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 27 marzo 1993.

È stato Presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici del Ghana dal 1997 al 2004; membro del Consiglio della University of Ghana, Legon, (2001-2006); membro del Consiglio di amministrazione del Central Regional Development Committee, CEDECOM (2002-2006); Tesoriere del Simposio delle Conferenze Episcopali dell’Africa e del Madagascar, SECAM (2007-2009). È vice Presidente dell’Associazione delle Conferenze episcopali dell’Africa occidentale anglofona (AECAWA). Dal 2007 al 2010 è stato Presidente della Conferenza episcopale regionale dell’Africa occidentale (RECOWA)

È stato Chairman del Ghana Chapter of the Conference of Religions for Peace (2003-2007) e del Ghana National Peace Council (2006-2010).

È stato Relatore Generale alla II Assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei Vescovi (2009).

Il 24 ottobre 2009, al termine del Sinodo per l’Africa di cui era stato Relatore Generale, il Santo Padre Benedetto XVI lo ha nominato Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

Il 24 settembre 2013 Papa Francesco lo ha confermato alla guida del Dicastero.

Ha ricevuto numerose lauree ad honorem. Parla correntemente sei lingue: fante (lingua nativa), inglese, francese, tedesco, italiano ed ebraico.

Dal B. Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 ottobre 2003, del Titolo di San Liborio.

È Membro:

– delle Congregazioni: per la Dottrina della Fede; per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti; per l’Evangelizzazione dei Popoli; per l’Educazione Cattolica;

– dei Pontifici Consigli: per la promozione dell’Unità dei Cristiani; Cor Unum;

– del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali;

– del XIII Consiglio Ordinario della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi;

– del II Consiglio Speciale per l’Africa della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi.

ultima modifica: 2017-03-30T17:05:25+00:00 da Valeria Covato