Il pranzetto di Le Maire, Roubini e Vestager a Cernobbio. Le foto

È iniziato venerdì 1 settembre il Forum annuale Ambrosetti di Cernobbio. Sul lago di Como, tradizionale teatro della convention, si sono radunati leader politici, manager, economisti.
Imponenti le misuri di sicurezza disposte per blindare il Forum. Sul lago di Como erano spiegate le motovedette della Guardia di Finanza con i sommozzatori.
L’evento si è aperto con il discorso di Valerio De Molli, amministratore di The European House, l’istituto organizzatore.
Si è poi parlato delle sfide globali del futuro e gli impatti sull’economia. Hanno parlato Adnan Shihab-Eldin, l’ex segretario generale dell’Opec, Tharman Shanmugaratnam, primo ministro di Singapore, Ernst J. Moniz, ex ministro dell’energia americano, l’esperto di innovazione Alec Ross. E poi ancora Johns Hopkins dell’Univesrità di Baltimora e Al Saud, membrodella famiglia reale saudita.
Passando ai manager di casa nostra, spazio anche a Renato Mazzoncini, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, che ha parlato del futuro della mobilità urbana. Venerdì era atteso anche il ministro degli esteri Angelino Alfano, mentre sabato è stato il giorno del presidente del consiglio Paolo Gentiloni.
Un posto di rilievo è stato occupato da manager e politici d’Oltralpe, con la questione dell’acquisizione da parte di Fincantieri di Stx finita al centro dell’attenzione. Il ministro francese Bruno Le Maire ha pranzato assieme alla commissaria europea alla concorrenza, la danese Marghrete Verstager, e con l’economista Nouriel Roubini.
Del caso Fincantieri-Stx ha parlato Emma Marcegaglia, presidente dell’Eni, che ha ribadito la linea già tenuta sin qui dal Governo: “Fincantieri deve avere la maggioranza di Stx”. Una prospettiva che però non piace al presidente francese Emmanuel Macron, che un paio di mesi fa ha deciso di esercitare la prelazione, di fatto sbugiardando l’accordo siglato dal suo predecessore Hollande. La vicenda ha fatto impennare la tensione sull’asse franco-italiano, e tuttora le trattative per arrivare ad una soluzione soddisfacente per entrambe le parti sono in corso.

Le foto di Sergio Oliverio/Imagoeconomica

ultima modifica: 2017-09-03T15:36:11+00:00 da Lorenzo Bernardi