Abete, Grieco, Letta, Minoli, Nastasi e Todini al Premio Anima 2016. Le foto di Umberto Pizzi

Valorizzare il contributo apportato da personalità del mondo dell’arte e della cultura alla crescita di una coscienza etica per sensibilizzare imprese e opinione pubblica sui temi legati alla responsabilità sociale e alla sostenibilità. Questa è stata la principale finalità del Premio Anima, ideato da Anima per il sociale nei valori d’impresa, la non profit promossa da Unindustria.

Filo conduttore dell’edizione 2016 è stato il tema dei confini e delle barriere, materiali ed immateriali, e l’impegno delle istituzioni, delle imprese e della società civile per una cultura e una politica della coesione e dell’integrazione.

La presidente di Anima e Vicepresidente di Unindustria con delega all’Etica e Legalità, Sabrina Florio, ha dichiarato: “Il Premio Anima 2016 vuole essere un riconoscimento all’importante lavoro di mediazione  e superamento delle barriere che non solo gli artisti, ma anche i cittadini, le associazioni e le imprese portano avanti nel quotidiano”.

Ecco chi c’era alla cerimonia secondo Umberto Pizzi.

 Foto: Umberto Pizzi

ultima modifica: 2016-10-11T14:54:26+00:00 da Rossana Miranda