Rula Jebreal e Barack Obama a Milano. Le foto

È stata Rula Jebreal la prescelta a introdurre l’intervento che l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha tenuto in occasione della sua partecipazione quale ospite d’onore alla terza edizione di Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit, il vertice internazionale sulla food innovation, aperto l’8 maggio alla Fiera di Rho-Pero.

Visiting professor dell’American University of Rome, award-winning journalist, esperta di politica estera e scrittrice, Rula Jebreal ha vissuto per lungo tempo negli ultimi anni a New York, ma ha un legame stretto anche con il nostro Paese già da parecchi anni ed è amica dell’ex presidente degli Stati Uniti.

Figlia di un commerciante arabo-palestinese, cresce a Gerusalemme Est e si trasferisce nei primi anni Novanta a studiare a Bologna. Da qui inizia il percorso giornalistico, collaborando con Il Resto del Carlino, Il Giorno e La Nazione. Dal 1999 passa a specializzarsi in politica estera, con particolare attenzione alla situazione del Medio Oriente.

La carriera televisiva inizia a La7 con vari programmi di approfondimento, per arrivare a “Omnibus Estate” nel 2005 e quindi in seguito alla edizione invernale, alternandosi con il giornalista Antonello Piroso, e vince nello stesso anno il Premio Ischia internazionale di giornalismo per la televisione nella sezione giovani.

Nel 2006 arriva la consacrazione affiancando Michele Santoro in “Annozero”, programma di approfondimento.

Nel 2013, insieme con Michele Cucuzza, ha condotto il programma televisivo “Mission – Il mondo che il mondo non vuole vedere”, composto da due puntate andate in onda il 4 e il 12 dicembre in prima serata su Rai 1. La trasmissione, è stata realizzata in collaborazione con l’Unhcr e Intersos e ha raccontato il viaggio di alcuni personaggi famosi in zone del mondo ove sono presenti i rifugiati.

Molto impegnata a tenere i riflettori accesi sui problemi della sua terra, tanto da rimanere coinvolta in polemiche sia in Italia sia in America sui temi delicati che ogni volta tocca, ha pubblicato i romanzi La strada dei fiori di Miral nel 2004 – da cui è stato tratto il film Miral (del quale è lei stessa sceneggiatrice) -, La sposa di Assuan (2005) e il saggio Divieto di soggiorno, contenente delle interviste con degli immigrati in Italia.

ultima modifica: 2017-05-10T16:33:52+00:00 da Valeria Covato

  • Elena Perosino

    Like Mata Hari