L’ultimo saluto di Umberto Pizzi a Salvatore Ligresti. Foto d’archivio

È morto a Milano all’età di 86 anni Salvatore Ligresti, era malato da tempo. Fondatore del gruppo assicurativo Fonsai, fu uno di quegli imprenditori che segnò il boom economico della Milano “da bere” degli anni ’80.

Ingegnere di orgini siciliane, la sua scalata al successo arriva con il traferimento a Milano e il primo business in campo immobiliare, e poi investendo i capitali in Pirelli, Gemina, Sai e Mediobanca, anche grazie al rapporto che lo legava a Enrico Cuccia.

Nel 1992 era stato arrestato nell’ambito di Tangentopoli con l’accusa di corruzione per gli appalti per la metropolitana di Milano e delle Ferrovie Nord. Fu incirminato nel 2012 per aggiotaggio in relazione a due trust esteri titolari del 20% di Premafin, di cui era presidente onorario: di nuovo arrestato nel luglio 2013, subisce due condanne in primo grado, a Torino a 6 anni per falso in bilancio, e a Milano a 5 anni per aggiotaggio per il caso Premafin.

Umberto Pizzi lo ricorda con alcuni scatti esclusivi.

(Foto: Umberto Pizzi-riproduzione riservata)

ultima modifica: 2018-05-16T09:51:30+00:00 da Francesca Scaringella