Boschi, Fassino, Fiano e Richetti si fiondano alla Direzione nazionale del Pd. Le foto

Matteo Renzi alla Direzione nazionale del Pd ha delineato la strategia del partito per le candidature alle prossime politiche previste per il 4 marzo.

I ministri del governo in carica avranno quasi tutti un collegio uninominale, solo alcuni saranno candidati a collegi proporzionali per avere una rete di salvataggio. La direzione nazionale, convocata ieri al Nazareno, ha deciso anche le deroghe per i vecchi segretari dei partiti fondatori del Pd e quindi Piero Fassino potrà candidarsi. Per le deroghe dei parlamentari è tutto rimandato al 29 gennaio.

Renzi inoltre ha ribadito che l’Europa è un punto importante della campagna elettorale. L’obiettivo è comunque andare casa per casa, il messaggio  è di mettere da parte le discussioni e le polemiche, per la campagna elettorale.

(Foto: Imagoeconomica-riproduzione riservata)

 

ultima modifica: 2018-01-18T12:55:06+00:00 da Francesca Scaringella