Come Pablo Iglesias (Podemos) si divertiva prima di essere deluso dal voto in Spagna. Le foto

Tutti pensavano che ce l’avrebbe fatta a sorpassare i socialisti del Partito Socialista Operaio Spagnolo (Psoe), ma Podemos è rimasto con gli stessi risultati delle elezioni del 20 dicembre 2015: 71 seggi. Nonostante il tasso di partecipazione delle elezioni del 26 giugno è stato il più basso della storia della democrazia spagnola (30,16%, circa 10,3 milioni di elettori), gli spagnoli hanno deciso di riconfermare la vittoria del Partito Popolare (che ha incrementato il numero dei seggi), senza però la maggioranza assoluta.

L’innovativa campagna di Pablo Iglesias dal punto di vista della comunicazione non ha dato frutti. Non ha funzionato il programma-catalogo, ispirato (quasi troppo) a quello dell’azienda svedese Ikea, per rendere la politica più democratica; l’immagine di leader ribelle e spontaneo, accessibile alla gente; i concerti popolari, gli spot musicali e le partite di pallacanestro. Nelle foto, Pablo Iglesias giocando pallacanestro il 24 giugno con i suoi candidati al Parlamento durante la campagna elettorale.

Foto: Prensa Podemos

Ecco gli articoli e approfondimenti di Formiche.net sul partito Podemos:

Tutte le idee chic e choc del programma di Podemos in stile Ikea

Podemos, idee e bizzarrie degli alleati spagnoli di Tsipras

Podemos, ecco chi sono (e cosa pensano) le grilline spagnole che festeggiano

Pablo Iglesias e Jeremy Corbyn, analogie e differenze

Chi è Íñigo Errejón, uno dei leader dei grillini spagnoli di Podemos

ultima modifica: 2016-06-27T09:35:49+00:00 da Rossana Miranda