Scontro tir-treno nel torinese. Le foto di Polizia di Stato e Vigili del Fuoco

“Esprimo il mio personale cordoglio e quello del Senato della Repubblica ai familiari delle vittime dello scontro tra un Tir e un treno avvenuto a un passaggio a livello a Caluso, sulla linea Torino- Ivrea-Aosta. Ai feriti coinvolti nel tragico incidente va invece il sincero augurio di una pronta e completa guarigione”. Sono le parole della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, alle famiglie delle vittime dello scontro tra un tir e un treno che questa notte ha provocato la morte di due persone e il ferimento di diverse altre.

L’urto è avvenuto nel Torinese e sono deragliate le tre vetture di testa del convoglio composto da cinque vetture e un locomotore. Secondo una prima ricostruzione dei tecnici di Rfi, alle ore 23.20 circa il Treno Regionale 10027 (Torino – Ivrea) ha urtato un Tir che, dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria fra le stazioni di Rodallo e Caluso, sulla linea Chivasso-Aosta. Dalle prime informazioni risultava deceduto il macchinista del Treno e sono stati segnalati diversi feriti fra i viaggiatori. Nel corso della notte è stata appurata la notte di una seconda persona, che sarebbe il conduttore del mezzo di scorta tecnica al tir.

La Presidente Gioia Ghezzi, l’Amministratore Delegato Renato Mazzoncini e l’intero Consiglio di Amministrazione hanno espresso in una nota il cordoglio di tutto il Gruppo FS Italiane per il decesso del macchinista del Treno Regionale 10027 a seguito all’incidente ferroviario avvenuto nella serata di ieri fra Caluso e Rodallo, sulla linea ferroviaria Torino – Ivrea. I vertici del Gruppo FS Italiane hanno inoltre assicurato la loro vicinanza ai passeggeri feriti e ai loro familiari. Per garantire gli spostamenti ai pendolari della linea Chivasso – Aosta, nella mattinata odierna Trenitalia garantirà i collegamenti con autobus sostitutivi.

(Testo: Askanews)

ultima modifica: 2018-05-24T07:20:04+00:00 da Simona Sotgiu