Festa all’ambasciata di Francia con Bassanini, Caio, Fuksas, Tronca e Valensise. Foto di Pizzi

“Perché la luce è la più forte”, queste le parole di Francesco Paolo Tronca, commissario prefettizio di Roma in occasione del 60° gemellaggio Roma-Parigi che si è festeggiato all’ambasciata di Francia a piazza Farnese il 27 gennaio. Le parole di Tronca si riferiscono alle iniziative portate avanti dalle capitali dei due Paesi. Oggi, venerdì 29 gennaio, l’Hôtel de Ville e la grande roue de la Concorde saranno illuminati e proprio sulla parete del municipio verranno proiettati due film di Ettore Scola - regista amato dai francesi scomparso lo scorso 19 gennaio – Splendor (1989) e Che ora è? (1989). Sabato 30 si accenderà invece il Campidoglio e saranno suonati i rispettivi inni nazionali.

Catherine Colonna, ambasciatrice di Francia a Roma, ha ricevuto diverse personalità tra le quali: Amr Helmy, ambasciatore egiziano; l’attrice Laura Morante, insignita Cavaliere della Legion d’onore e Cavaliere delle Arti, onorificenza riconosciuta dalla Francia ai cittadini francesi e stranieri per i loro meriti professionali, civili e morali; Michele Valensise, segretario generale della Farnesina; Fabrizio Cicchitto, presidente della commissione Esteri della Camera; gli architetti Massimiliano Fuksas e Doriana Mandrelli; e l’avvocato e scrittrice Alessandra Necci.

(Foto: Umberto Pizzi/Riproduzione riservata)

ultima modifica: 2016-01-29T16:29:00+00:00 da Sveva Biocca