Le foto dell’incontro fra Vladimir Putin e Paolo Gentiloni a Mosca

“Credo che ci siano aree di cooperazione sia nella lotta al terrorismo che nella gestione di crisi regionali, penso alla Libia, alla Siria, all’Afghanistan, nelle quali l’Italia e la Russia, e la comunità internazionale possono e devono collaborare”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, nella conferenza stampa con il presidente russo Vladimir Putin a Sochi. “Abbiamo minacce comuni, dobbiamo rispondere in comune”, conclude.

Inoltre stamattina Eni e la russa Rosneft hanno esteso l’accordo di cooperazione tra le due società. L’intesa è stata firmata a Sochi dall’Ad Eni Claudio Descalzi, nell’ambito della visita del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Il progetto prevede l’approfondimento della collaborazione bilaterale nei settori dell’upstream, delle tecnologie, della petrolchimica e del marketing. Firmati, oggi, anche un accordo di cooperazione tra il Politecnico di Torino, l Università Mgimo e Rosneft: il progetto prevede la realizzazione di programmi di formazione avanzata, di realizzazione di progetti di ricerca, di sviluppo tecnologico e di innovazione nel settore del petrolio e del gas naturale. L’obiettivo è avviare progetti di ricerca congiunta e consentire agli ingegneri e ai tecnici che poi lavoreranno in Rosneft diformarsi in Italia.

Un altro accordo coinvolge il Politecnico di Torino, l’Università Gubkin e Rosneft: il progetto prevede la realizzazione diprogrammi di formazione avanzata, di realizzazione di progetti diricerca, di sviluppo tecnologico e di innovazione nel settore delpetrolio e del gas naturale.L obiettivo è avviare progetti di ricerca congiunta e consentireagli ingegneri e ai tecnici che poi lavoreranno in Rosneft di formarsi in Italia.Sottoscritto anche un accordo di potenziale partenariato tra Pietro Fiorentini e Rosneft: le due società intendono valutarel avvio della cooperazione industriale per produrre in Russia la tecnologia multyface (tecnologia all avanguardia per misurare i flussi nei giacimenti petroliferi) del partner italiano, a cominciare con un progetto pilota per testarne l efficacia inRussia. L obiettivo è quello di consolidare la presenza sulmercato russo dell azienda italiana, avviando un rapporto di carattere strategico-industriale con la più grande aziendapetrolifera quotata in borsa al mondo.Una ulteriore intesa di cooperazione è stata siglata tra Tecnoclima e Rosneft: le due società intendono valutare l avviodi una cooperazione industriale per localizzare in Russia le apparecchiature italiane per il riscaldamento di piattaforme di trivellazione, attraverso un progetto pilota.

L’obiettivo è quello di consolidare la presenza sul mercato russo dell azienda italiana, avviando un rapporto di carattere strategico-industriale con la più grande azienda petrolifera quotata in borsa al mondo.Infine è stato siglato un accordo tra Anas, Russian Direct Investment Forum e Avtodor per la gestione congiunta di trattistradali.

(Testo Askanews)

ultima modifica: 2017-05-18T08:17:15+00:00 da Simona Sotgiu

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>