Ecco perché la vicenda del Mose è un inno allo spreco

Il danno prodotto è incalcolabile, allo stato delle cose. Sia le progettazioni che i lavori sono stati pagati in modo che molti giudicano esagerato (e, in tale esagerazione, potrebbero essere state trovate le risorse per pagare tangenti, se tangenti sono state pagate). L'analisi di Domenico Cacopardo, già magistrato del Consiglio di Stato e presidente del Magistrato alle acque di Venezia

Chi vince con Suor Cristina in tv

Nei programmi di informazione sgomitano per rubare la scena ai colleghi di sesso maschile e nella fiction di recente produzione vestono anche i panni di protagoniste spietate e ben poco affettive. Nei talent show le donne mostrano poi, a volte, anche un altro volto. Quello di una religiosa con la passione per la musica. Lo […]