Fine vita. Perché la guida è il giuramento di Ippocrate. L’analisi di Gambino (Scienza & Vita)

Le vicende di fragilità umana non presentano dati significativi di rinunzia a curarsi, anzi si richiede spesso un supplemento di terapia. In occasione dell'evento promosso da Paola Binetti, Responsabilità civile & norme che cambiano: eutanasia?, ospitiamo la riflessione sul tema di Alberto Gambino, prorettore Università Europea di Roma, professore ordinario di Diritto privato e presidente nazionale di Scienza & Vita