La fine di Julian Assage

Per decisione della Corte Suprema britannica il fondatore di Wikileaks potrà essere estradato in Svezia per rispondere all'accusa di abuso sessuale su due donne nel 2010. Da 540 giorni il polemico editore è agli arresti domiciliari.