Chi ha criticato le misure anti covid con Bocelli, Salvini, Sgarbi e Siri. Le foto dal Senato

Andrea Bocelli, Vittorio Sgarbi, Armando Siri, Giulio Tarro, Matteo Salvini. Un ricco parterre di ospiti per il convegno che si è tenuto oggi al Senato sul coronavirus intitolato: “Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti”.

“Io la mascherina non ce l’ho e non me la metto”, ha detto Matteo Salvini al termine del convegno. La mascherina non l’ha indossata deliberatamente, infatti ha rifiutato quella che gli è stata porta, dopo il sollecito a indossarne una, da parte di un assistente parlamentare. Il convegno si è svolto in una sede parlamentare quale è la biblioteca del Senato, a Piazza della Minerva. Nel corso della mattinata sono intervenute personalità dei campi più disparati (a partire dal cantante Andrea Bocelli) accomunati dal fatto di avere una visione critica su come il governo e il cts hanno affrontato l’emergenza coronavirus in Italia. “C’è la sensazione di essere in un ritrovo di carbonari, di negazionisti – ha detto il leader della Lega – se c’è gente strana, io qui mi trovo benissimo. La libertà di pensiero è il primo bene a rischio: c’è un fronte di chi ha un’idea diversa rispetto al mainstream. Io mi sono rifiutato di salutare di gomito. Se uno mi allunga la mano, mi autodenuncio, gli do la mano. Tanto un processo più, un processo meno. I bollettini di contagio – ha concluso rincarando la dose – sono terrorismo mediatico”.

“Ho accettato questo invito ma sono lontano dalla politica. Durante il lockdown ho anche cercato di immedesimarmi con chi doveva prendere decisioni difficili. Ma poi le cose non sono andate bene – ha detto Bocelli -. Man mano che il tempo passava, non ho mai conosciuto nessuno che fosse andato in terapia intensiva, quindi perché questa gravità? Poi mi sono sentito umiliato e offeso per il divieto di uscire da casa. Ammetto che ho violato il divieto”. “Quindi rivolgo un appello per dire che bisogna riaprire le scuole e riprendere i libri – ha aggiunto il cantante -. Io ho chiamato Renzi, Salvini, Berlusconi per fare un fronte trasversale di buon senso. Spero che tutti insieme usciremo da questa situazione terribile”.

Tutte le foto.

(c) Imagoeconomica

ultima modifica: 2020-07-27T17:05:32+00:00 da Simona Sotgiu