Vi racconto Daverio, l’europeo che voleva salvare l’Italia

In occasione del 150esimo dell’Unità d’Italia, Philippe fondò un movimento che volle chiamare “Save Italy”, che ha come missione quella di sensibilizzare all’adozione di azioni concrete per la tutela e la valorizzazione dell’immensa eredità artistica del nostro Paese. Avrebbe senso riprendere la sua battaglia facendo vivere “Save Italy”. La battaglia di una vita spesa bene. Il ricordo di Pino Pisicchio

Gucci, l’inconscio e la modella “difettosa”

Se dico che Armine non è bella in senso tradizionale faccio “body shaming”, cioè la sto umiliando, o dico la verità, ci chiediamo. Allo stesso modo siamo tentati di rivendicare che Armine sia “bella” per prendere su di noi il potere di definire ciò che è bello. Via dalle costrizioni dei corpi ideali, benvenute le esibizioni dei difetti. E così ne parliamo, ne discutiamo: facendo chiaramente il gioco del geniale creatore della campagna Gucci. L'analisi di Chiara Buoncristiani, psico ...

Briatore, Benigni e il negazionismo del Covid

L'uso dell’illusione come mezzo per lavorare ed elaborare una verità traumatica e la negazione della realtà come fuga maniacale. Non stupisce che politici di ogni Paese abbiano usato messaggi di questo tipo come forma di antidepressivo popolare buono a sedurre l’elettorato. Una fuga resa necessaria dall’impossibilità di sostare sulla propria vulnerabilità. L'analisi di Chiara Buoncristiani, psicoterapeuta e giornalista