Destrutturati e contenti

I social network possono essere uno strumento utile per la politica, al di là delle campagne elettorali. È possibile sfruttarli per raggiungere e stimolare le persone, per coinvolgerle, per fare in modo che chi ha idee non resti isolato.

Business in rete

I social network stanno ridisegnando ogni tipo di dinamica aziendale. Il web 2.0 permette al cliente di far sentire la propria voce e all’impresa di far circolare dati, esperienze e contenuti tra un ufficio e l’altro.

A pesca di elettori (in rete)

Per i politici italiani, refrattari al digitale, la storia di Mark Zuckerberg è un’occasione per accostarsi alla grande Rete e ai suoi fenomeni in evoluzione. Con un’interessante ipotesi: il ritorno possibile della mediazione sociale della politica.

Socialpolitik

Nemmeno un sito istituzionale. Se dovessi pensare alla campagna elettorale di un politico nel 2011, userei solo i social network. Per entrare in contatto in una dimensione più personale con quelli che possono essere i miei “ambasciatori” online.