Incontro Cina-Vaticano. Dalla sindrome del contagio al contatto

A quanto si sa l’agenda del colloquio avvenuto durante la Conferenza di Monaco tra il ministro degli esteri cinese e il responsabile per i rapporti con gli Stati del Vaticano ha riguardato l’accordo provvisorio già raggiunto tra Cina e Santa Sede (non Vaticano) sul problema dei criteri di nomina dei vescovi cattolici in Cina e sulla volontà reciproca di procedere. Dunque nulla si sarebbe detto sulle relazioni diplomatiche, che non ci sono. È così?