Appunti per la politica: l’economia digitale

Tendenze

Prosegue il rallentamento nei progetti di investimento.

C’è ritardo e incertezza nell’attuazione del decreto Agenda Digitale.

Information Communication Tecnhology è in una fase di cambiamento epocale legato a 4 spinte propulsive: Cloud, Big Data, Social e Mobile

Servono: – investimenti in tecnologie + in partecipazione all’economia intelligente

Segni

Negli ultimi 15 anni l’economia digitale ha creato 700mila posti di lavoro in Italia (il 2% del Pil; 3 in Francia, 4 in Inghilterra).

Forte legame tra banda larga e capacità di innovazione.

Le aziende digital intensive crescono più in fretta.

Correlazione fra intensità investimenti e produttività.

Nel 2012 sono stati effettuati quasi 85 miliardi di downloads di mobile Apps, contro i 35 miliardi del 2011.

Nel 2013 le stime Idc prevedono che la creazione di nuovi dati e la loro inevitabile duplicazione e replicazione crescerà del 50% rispetto al 2012, arrivando ad essere oltre 4 volte più grande di quanto non lo fosse nel 2010.

Proiezioni

Ora è il tempo delle enterprises mobile.Della popolazione dei mobile workers (focalizzati sui terminali e connettività).

Del social principale motore di business.

Dello sviluppo cloud based.

Far diventare realtà il codice di amministrazione digitale, rivoluzionando e aggiornando il rapporto cittadino-amministrazione

ultima modifica: 2013-02-13T05:31:15+00:00 da Enzo Argante