La filiera della carta e della grafica alla sfida delle bio-politiche