Come governare le migrazioni

Come governare le migrazioni
Che cosa ha detto Carlo Costalli, presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), al vertice europeo sull’immigrazione di Zagabria.

Le migrazioni devono essere governate prudentemente e responsabilmente, non subite. Il diritto di ogni persona di essere accudita in caso di necessità e di essere integrata in un contesto sociale nuovo va difeso insieme al diritto dei popoli di non subire invasioni.

È in atto un multiculturalismo che potremmo dire di ‘convivenza indifferente che poco o nulla ha a che fare con la vera integrazione. Nella gestione delle migrazioni, che oggi assumono l’aspetto di emergenze umanitarie, l’Europa non può rinunciare alla propria civiltà giuridica e ai valori fondamentali della propria cultura assimilati dalla tradizione cristiana, presenti anche in altre culture e religioni.

L’Europa non può esimersi da un impegno unitario per far fronte a questa emergenza nell’accoglienza dei profughi, ma deve impegnarsi anche, e soprattutto, in una politica estera, adesso assolutamente insufficiente, di iniziative concrete laddove ci sono, o si creano, le condizioni dell’immigrazione di massa.

ultima modifica: 2016-06-04T06:08:11+00:00 da Carlo Costalli

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: