Papa Francesco sarà a Milano il 25 marzo. Ecco il programma

Papa Francesco sarà a Milano il 25 marzo. Ecco il programma
L'articolo di Marianna Baroli

Milano è pronta ad accogliere Papa Francesco, il prossimo 25 marzo. La visita pastorale del pontefice attirerà in città oltre un milione di fedeli che confluiranno particolarmente verso piazza Duomo, dove il Papa reciterà l’Angelus, e il parco di Monza dove nel primo pomeriggio si terrà la Santa Messa. 

IL PROGRAMMA

A diffondere i dettagli, ora per ora, del programma della visita di Papa Francesco è stata l’arcidiocesi di Milano. Il Pontefice, partirà alle 7.10 dall’aeroporto di Roma Ciampino. Alle 8 atterrerà a Milano all’aeroporto di Linate. Qui, sarà accolto dall’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, e dalle istituzioni.
La prima tappa, prevista per le 8.30, sarà alle Case bianche di via Salomone e via Zama, nella parrocchia di San Galdino dove Papa Francesco farà visita a due famiglie. Alle 9, sul piazzale della chiesa, rivolgerà un breve saluto ai presenti e incontrerà i rappresentati delle famiglie residenti, ma anche la comunità rom, islamica e gli immigrati che vivono nelle Case bianche. Per motivi di sicurezza, vista l’eccezionalità dell’evento, via Salomone sarà zona totalmente blindata e l’accesso sarà consentito a un massimo di diecimila persone.

L’INCONTRO CON I FEDELI

Il primo grande incontro con il pubblico dei fedeli, sarà in piazza Duomo. Dopo la visita in via Salomone e via Zama, Papa Francesco si sposterà in auto verso il Duomo di Milano. L’arrivo previsto nella grande cattedrale meneghina è per le 10. Il Papa qui sarà accolto dai vescovi ausiliari, dall’arciprete e dal Capitolo metropolitano. In Cattedrale si recherà nello scurolo di San Carlo, una piccola ma preziosissima cappella ottagonale, realizzata nel  1606 da Francesco Maria Richini, in cui riposa il corpo di san Carlo Borromeo racchiuso in una bara di cristallo di rocca e d’argento. Il Papa si soffermerà qui per l’adorazione del Santissimo Sacramento e la venerazione delle reliquie di San Carlo prima di incontrare i sacerdoti e i consacrati. Dopo un saluto privato con  il cardinale Scola e un momento colloquiale con i sacerdoti presenti, il pontefice alle 11 saluterà i fedeli radunati in piazza Duomo, dove reciterà l’Angelus e benedirà i fedeli sulla piazza. “I cittadini che vorranno assistere all’Angelus in piazza del Duomo potranno accedervi da nove varchi, quindi la piazza sarà chiusa più o meno come a Capodanno” ha spiegato l’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Carmela Rozza. Per consentire lo svolgimento in totale sicurezza dell’Angelus, “saranno installati dei varchi d’accesso in cui ognuno verrà controllato per poter accedere”.

LA VISITA A SAN VITTORE

Quindi, il trasferimento al carcere di San Vittore. Alle 11.30 il Santo Padre saluterà il personale della direzione e della polizia penitenziaria, incontrerà i detenuti ed entrerà in alcune celle. Alle 12.30, nel Terzo raggio, il pranzo con 100 detenuti.

LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA

Alle 13.45 Papa Francesco lascerà San Vittore e si trasferirà in auto al parco di Monza, dove, nell’area dell’ex ippodromo, attraverserà i vari reparti in cui è suddivisa l’area, salutando i fedeli. Nella zona della sacrestia sarà accolto dalle autorità locali e avrà un breve incontro con i vescovi concelebranti e gli organizzatori della visita. Alle 15 avrà inizio la concelebrazione eucaristica, dopo la quale il cardinale Scola porgerà il suo grazie al Papa. All’interno del parco di Monza sarà allestito un palco degno di una rock star con due grandi torri laterali, in alluminio e ferro, a sorreggere una copertura e a evocare lo scambio e l’incontro. Sullo sfondo, pannelli in legno riprodurranno le decorazioni del Duomo di Monza, compreso il caratteristico rosone.

L’ULTIMA TAPPA

Alle 16.30 il trasferimento per l’ultima tappa allo Stadio Meazza a San Siro dove, alle 17.30, incontrerà i ragazzi cresimati, i genitori, i padrini e le madrine, rispondendo ad alcune domande di un cresimato, di un genitore e di un catechista. Alle 18 Papa Francesco lascerà lo stadio Meazza e raggiungerà l’aeroporto di Milano-Linate, dove alle 18.30 è previsto il congedo. Alle 19.30 l’atterraggio all’aeroporto di Ciampino.

IL COMMENTO DI SCOLA

“L’emozione per questa visita è grande” ha commentato il cardinale Scola “voglio innanzitutto ringraziare profondamente Sua Santità per questa scelta perché molte sono le città che avrebbero gradito una visita come questa. E’ un grande segno di affetto del Santo Padre aver confermato questa visita: è un grande dono per Milano metropoli e per tutte le terre ambrosiane. Il sogno di Francesco è che la forza della società civile superi la società della stanchezza. La sua è una proposta di rimodellare la vita sociale e civile milanese, nel giorno dell’Annunciazione”. 

L’ORGANIZZAZIONE

Il 25 marzo, fra Milano e Monza, saranno operativi complessivamente 1500  persone appartenenti alle forze dell’ordine, 191 Vigili del fuoco e circa 8000 volontari. Complessivamente, fra operatori della sicurezza e volontari saranno mobilitate quasi diecimila persone. Le forze dell’ordine, carabinieri, polizia di Stato e polizia locale, saranno attive, con i loro dispositivi, ognuno per quello che gli compete, per 48 ore fin dall’una di notte di venerdì 24 marzo.

ultima modifica: 2017-03-16T09:45:04+00:00 da Marianna Baroli

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: