L’arena di Berlusconi, fra tv e tweet. Pensando all’Europa

L’arena di Berlusconi, fra tv e tweet. Pensando all’Europa
Il leader di Forza Italia è apparso spumeggiante da Giletti e per la prima volta al piccolo schermo ha aggiunto twitter

Assente per molti mesi, Silvio sta tornando. Trasmissioni televisive e radiofoniche. Con precisione chirurgica, Berlusconi non sbaglia uscita presidiando i suoi “target” di comunicazione. Ultima tappa, solo per poche ore, la trasmissione Non è L’Arena di Giletti su La7, emittente di quello stesso Cairo che edita Il Corriere della Sera dove viene sempre più spesso intervistato. Il confronto con l’ex presentatore della Rai è stato particolare perché per la prima volta è stato raccontato dallo stesso Berlusconi sul suo nuovo account Twitter. Ecco cosa ha detto, ovvero cosa ha scritto sul social media.

Oggi in tutti i paesi d’Europa c’è una contrapposizione tra moderati e populisti. Per questo l’#Europa guarda con preoccupazione all’Italia e al #M5S e spera in me e in #ForzaItalia. #nonelarena #La7

Sono molto diverso da #DeBenedetti perché sembra che lui voglia che i suoi giornalisti e i suoi mezzi di stampa siano sempre d’accordo con lui. Io lascio sempre libertà a chi lavora con me. #nonelarena #La7

Ho sempre parlato bene di #Gentiloni, ma come Presidente del Consiglio ha guidato un Governo in totale continuità con i suoi predecessori, con risultati negativi. #nonelarena #La7

#Renzi ha avuto il merito di recidere i legami storici con la vecchia tradizione comunista, ma non ha saputo offrire un’altra identità al PD, che è oggi senza progetto e senza valori, tenuto insieme solo dall’attaccamento al potere.  #nonelarena #La7

Il nostro candidato #Premier sarà una persona autorevole. In ogni caso il garante degli impegni presi con gli elettori sarò comunque sempre io. #nonelarena #La7

Con l’#Europa bisogna ragionare e parlare. Per ottenere le cose in Europa bisogna prima di tutto esserci e saper convincere i Premier di tutti gli altri Paesi, come è successo per Draghi alla BCE. #nonelarena #La7

Oggi il modulo 730 è di difficilissima compilazione: con la nostra riforma rivoluzionaria si ridurrà a una sola pagina. Tutti sentiranno che la #FlatTax è una cosa giusta. #nonelarena #La7

Con la #FlatTax pagheranno meno, pagheranno tutti, anche gli evasori. Lo Stato avrà così i soldi per aiutare le famiglie italiane che si trovano in povertà. #nonelarena #La7

Ho un dovere verso il Paese dove ho vissuto tutta la vita: l’Italia non può che tornare a essere un Paese che dà lavoro ai giovani, che dà benessere a tutti. #nonelarena #La7

Mia figlia Marina è una persona specialissima perché mi assomiglia: non ha paura di niente, fa benissimo il suo lavoro di editrice ed è di grande cultura. Sono stato molto fortunato, ho 5 figli uno più bravo dell’altro. #nonelarena #La7

Non ho nessuna passione per la politica. Quello che mi motiva è un senso del dovere verso il Paese che amo e la volontà di salvare l’Italia dal pericolo di una vittoria dei 5 Stelle. #nonelarena #La7

Oggi l’Italia corre un pericolo forse più grande del ’94: i #grillini, una setta pericolosa, pauperista, giustizialista e ribellista. Distruggerebbero l’Italia e gli Italiani. #nonelarena #La7

Lo show must go on e certamente l’ex Cav (ma sempre Cav) apparirà presto sugli schermi, di tutte le dimensioni ormai. Intanto prepara le valigie per Bruxelles. Accompagnato da Tajani farà vertici ed incontri di alto livello e nell’ambito del Ppe. Mentre tutti i leader italiani sembrano concentrati sulla campagna elettorale, Berlusconi sembra essere proiettato anche al dopo. Uno sforzo non male per un leader che pure non ha l’età di Di Maio. Funzionerà la sua strategia? Nel frattempo, tocca seguirlo con attenzione e senza alcuna sottovalutazione.
ultima modifica: 2018-01-21T22:48:05+00:00 da Veronica Sansonetti

 

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: